Un sogno chiamato Europa: Atalanta-Napoli 0-2
6 Gennaio 2010
Berlusconi: «Il 2010 sarà l’anno per fare le riforme e ridurre le tasse»
6 Gennaio 2010
Mostra tutto

Caos a Newark, le telecamere dello scalo non funzionavano

Voli bloccati, passeggeri in coda, nuove procedure di controllo: è durato sei ore il caos all'aeroporto di Newark provocato, lunedì scorso, da un uomo che aveva raggiunto l'area di imbarco senza essere stato sottoposto ai controlli.

Voli bloccati, passeggeri in coda, nuove procedure di controllo: è durato sei ore il caos all’aeroporto di Newark provocato, lunedì scorso, da un uomo che aveva raggiunto l’area di imbarco senza essere stato sottoposto ai controlli. A quanto pare, ad accrescere la confusione è stato il malfunzionamento delle videocamere dell’area gestite dalla TSA (Transportation Security Administration). L’attimo in cui il passeggero è entrato nella zona di sicurezza dell’aeroporto usando un’uscita è stato infatti registrato, ma quando gli addetti alla sicurezza hanno tentato di studiare le immagini hanno scoperto che i registratori non funzionavano: da una settimana il sistema era rotto.

RITARDO – La mancanza delle registrazioni ha causato un ritardo di un paio di ore nella caccia all’intruso. È stata la compagnia aerea Continental, che aveva sue videocamere nella stessa area, a fornire alle autorità le registrazioni. L’aeroporto di Newark è stato chiuso al traffico per altre quattro ore gettando nel caos il movimento di passeggeri nell’affollato corridoio aereo di New York.

Comments are closed.