Confindustria: ripresa faticosa nel 2010
19 Giugno 2009
Berlusconi e l’inchiesta: «Spazzatura, la farò fuori»
19 Giugno 2009
Mostra tutto

Autobomba a Bilbao, una vittima

Un'autobomba è esplosa a Bilbao, nei Paesi baschi spagnoli, causando una vittima, quasi certamente un agente delle forze di sicurezza. L’attentato è avvenuto alle 9.05 in un parcheggio fra il quartiere di La Pena e la località di Arrigorriaga. La deflagrazione ha comportato il divampare di un incendio che si è esteso a diversi altri veicoli. I vigili del fuoco sono al lavoro per cercare di domare le fiamme.

Un’autobomba è esplosa a Bilbao, nei Paesi baschi spagnoli, causando una vittima, quasi certamente un agente delle forze di sicurezza. L’attentato è avvenuto alle 9.05 in un parcheggio fra il quartiere di La Pena e la località di Arrigorriaga. La deflagrazione ha comportato il divampare di un incendio che si è esteso a diversi altri veicoli. I vigili del fuoco sono al lavoro per cercare di domare le fiamme.

LE IPOTESI – La vittima è stata trovata all’interno della vettura saltata in aria e per questo la polizia aveva iniziato a lavorare su due ipotesi: che si tratti di un agente o di un terrorista dilaniato dall’esplosione accidentale dell’ordigno che stava innescando. Tuttavia, dal municipio si è diffusa la notizia secondo cui il morto sarebbe un componente delle «forze di sicurezza dello Stato». Mancano però delle conferme ufficiali sulla sua identità. Si sperava che fosse soltanto ferito, ma i vigili del fuoco ritengono che ormai sia carbonizzato. Anche a parecchie centinanaia di metri di distanza si vede un’enorme colonna di fumo grigio.

SOSPETTI SULL’ETA – Non ci sono però conferme ufficiali e neppure viene detto, al momento, che dietro l’attentato ci siano i separatisti baschi, autori in passato di diverse azioni terroristiche. Qualora si trattasse di un attentato dell’Eta è il primo dal cambio di governo nel paese basco, con l’insediamento del lehendakari, il nuovo presidente locale, il socialista Patxi Lopez. Quest’ultimo ha sospeso tutti i suoi impegni e si è diretto verso il luogo dell’attentato. Quello di Lopez è stato il primo governo basco ad escludere il partito nazionalista. Gli indipendentisti baschi dell’Eta lo hanno più volte minacciato. Il presidente del governo José Zapatero, che si trova a Bruxelles, è in contatto costante don Lopez per avere aggiornamenti sui dettagli dell’attentato.

Comments are closed.