venerdì, Maggio 24, 2024
HomeAutoprodottiDl Rave, emendamento Governo limita reato ai raduni musicali

Dl Rave, emendamento Governo limita reato ai raduni musicali

Date:

Articoli correlati

G7 Finanze, Gentiloni: ecco come fare fronte comune Ue-Usa su Cina

Possibilista su accordo politico su uso asset Russia per...

Too good to go: in un anno 4,8 mln alimenti salvati con le box dispensa

Iniziativa per recupero eccedenze aziende. Evitata emissione 4.541 ton...

Campi Flegrei, Musumeci: presentato a Regione e Comuni piano Governo

“Nei prossimi giorni proposte all’esame del Cdm” Roma, 24 mag....

Il Governo ha presentato un emendamento al disegno di legge attualmente all’esame della Commissione Giustizia del Senato, che modifica le norme sui rave contenute nel decreto su ergastolo, vaccini e raduni illegali. Questa disposizione non verrebbe aggiunta dopo l’articolo 434 del Codice Penale, ma diventerebbe l’articolo 633-2, più strettamente legato al reato già previsto di “Invasione di terreni o edifici”.

Solo gli organizzatori e i promotori di rave illegali sarebbero punibili in base a questo nuovo reato, con una pena da tre a sei anni di reclusione (quindi superiore alla soglia per l’autorizzazione alle intercettazioni) e una multa da 1.000 a 10.000 euro.

Il regolamento proposto dal Ministero della Giustizia, guidato da Carlo Nordio, con una nuova formulazione, specifica che viene punito “chiunque organizza o promuove l’invasione arbitraria di terreni o edifici altrui, pubblici o privati, al fine di realizzare un raduno musicale o ad altro scopo di intrattenimento”.

Viene eliminato il vincolo che il numero di persone debba essere superiore a 50, e si stabilisce che “l’intrusione determina un concreto pericolo per la salute o l’incolumità pubblica per l’inosservanza delle norme in materia di sostanze stupefacenti o delle norme di sicurezza e di igiene per gli spettacoli e le manifestazioni di pubblico intrattenimento, la pena è della reclusione o della multa, tenuto conto anche del numero dei partecipanti e delle condizioni del luogo”, come modificato.

Modifica anche per il comma dedicato alla confisca degli oggetti “con intento criminale”. Questa misura si applica anche agli oggetti “che ne sono il prodotto o il profitto”.

Lucio Giacomardo

Ultimi pubblicati