Irlanda del Nord e Scozia: l’Europa vi aspetta
26 Dicembre 2020
50 anni in foto, la mostra della Regione Campania per celebrare la storia
26 Dicembre 2020
Mostra tutto

Whirlpool di Napoli chiude i battenti, CRAL e dipendenti in protesta

NAPOLI – Se molti lavoratori hanno lasciato le preoccupazioni alle spalle durante il periodo natalizio, altri sono pronti a scendere piazza e a manifestare per i propri diritti. I dipendenti della multinazionale Whirlpool di Napoli e i membri del CRAL hanno organizzato all’unisono una manifestazione che si svolgerà il 30 dicembre 2020 a Napoli presso la Sala Teatro dello Stabilimento Whirlpool in via Argine 310 alle ore 15.00. L’evento ideato dagli operai Carmen Nappo e Massimiliano Quintavalle, sarà un’occasione per presentare il calendario 2021 intitolato “Sulla nostra pelle”, realizzato dai lavoratori dello stabilimento napoletano.

Nel corso della serata, i migliori offerenti si aggiudicheranno le prime tre copie stampate del progetto che saranno messe all’asta tra gli ospiti della manifestazione. Il ricavato sarà devoluto per il “Fondo di resistenza dei dipendenti della Whirlpool Napoli”, da utilizzare per il sostentamento dei lavoratori durante i periodi di difficoltà economiche che verranno.

L’iniziativa si propone di essere una metaforica lotta tra un’azienda multinazionale, che ha chiuso i battenti per preservare il proprio bilancio in tempi di Covid, e i dipendenti ormai disoccupati che, da un giorno all’altro, non possono più garantire una stabilità economica alle proprie famiglie. La sinergia tra le immagini rappresentate sul calendario e gli slogan ricorrenti durante le manifestazioni, propone di abbattere il muro societario del profitto con i valori di dignità e forza che ancora oggi portano avanti la vertenza contro l’azienda.

All’evento parteciperanno personaggi del mondo dello spettacolo, rappresentanti sindacali, e figure istituzionali affinché la causa dei lavoratori possa entrare nei cuori di più persone.

Per raccontare al meglio l’iniziativa, è intervenuto ai nostri microfoni Vincenzo Accurso, rappresentante sindacale che, con i colleghi della RSU(rappresentanza sindacale unitaria), porta avanti la battaglia insieme ai lavoratori: <<L’obiettivo della manifestazione è quello di mettere in luce la vertenza che il CRAL e i dipendenti della Whirlpool conducono da mesi contro l’azienda. I soldi ricavati dalle aste per i calendari saranno utilizzati per supportare i lavoratori durante i momenti di crisi. Vogliamo focalizzare il problema del lavoro in diverse multinazionali in tutta la regione. Quello della Whirlpool non è un caso isolato. I politici, i sindacalisti e i personaggi dello spettacolo presenti all’iniziativa ci aiuteranno nella nostra battaglia>>.

I diritti dei lavoratori si scontrano con i calcoli economici di una multinazionale. In una realtà pervasa da crisi sociali, economiche e sanitarie, non c’è più spazio per un disumano cinismo. E’ il momento in cui le voci di chi non vuole altro che lavorare, siano ascoltate.

Bruno Aiello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *