Commercialisti, con la fattura elettronica c’è il passaggio dal cartaceo al digitale
29 Ottobre 2018
Commercialisti, la contabilità digitale può rappresentare un’occasione di crescita
31 Ottobre 2018
Mostra tutto

Sanità, quante strutture ospedaliere sono assicurate?

“Metà degli ospedali della Campania non sono assicurati e quindi il cittadino che incappa in un episodio di malasanità, non si vede risarcito e quindi si vede costretto ad intentare una causa all’azienda sanitaria con tutti i rischi e le incognite del caso”.
A rilasciare queste affermazioni non è un politico, ma è un esperto del settore assicurativo, Angelo Coviello, broker assicurativo dell’IGB, nel corso dell’intervista al programma televisivo Mattina 9.
Una realtà quella della sanità campana sempre più al centro di caos e polemiche legate ai rischi ed alle mancanze denunciate dai cittadini.

Rischi che a volte mettono a rischio la vita degli stessi pazienti che – all’interno di strutture private – vengono “condannati” a lunghe attese prima di vedersi del tutto risarciti.
Proprio per questo a volte, gli utenti si vedono costretti a rivolgersi ad aziende assicurative che appaiono come sole alternative.
“E’ importante andare ad informarsi sul sito dell’azienda sanitaria in cui avvengono gli incidenti” continua Coviello, “quale sia l’assicurazione di riferimento. Perché devono indicarlo per legge. I cittadini devono sapere che in caso di malasanità – dimostrabile – c’è il diritto ad essere risarciti. Oltre all’assicurazione dell’auto e degli scooter è importante rivolgersi a broker assicurativi di fiducia e di provata esperienza perché anche la salute va tutelata e protetta”
 
                                                                                                                                                     Eugenio Coletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *