L’eredità del principe de Curtis
20 Aprile 2017
Addio Erin Moran, la “Sottiletta” di “Happy Days”
24 Aprile 2017
Mostra tutto

Medicina e prevenzione tutta al femminile

Si apre con successo la seconda edizione della giornata dedicata alla salute delle donne. Dall’infanzia alla Senilità, con il preciso scopo di vigilare e dunque tutelare la donna durante tutto l’arco della sua vita.

Vorrei che il tema della salute della donna non fosse retorico, bisogna metterlo al centro innanzitutto riconoscendo il concetto di medicina di genere. Nella storia sono successe tante cose, ci sono state battaglie politiche per la condizione femminile ma anche per il riconoscimento dell’oggettività scientifica. Da poco si è acquisito il concetto che uomini e donne sono diversi, e che serve tarare la medicina su di noi“. Queste le parole della ministra Lorenzin che ha aperto l’evento, e che con forza ha sottolineato: “…abbiamo una biologia e una fisiologia diversa dagli uomini, oltre che un sistema ormonale che funziona in maniera diversa, non fosse altro perché diventiamo madri. E questo necessita di tarare i farmaci su di noi e di fare ricerca specifica. Sono stati fatti grandi progressi grazie anche all’oncologia su alcune patologie tipiche delle donne come il cancro al seno o al collo dell’utero, ma ancora si è restii a investire nella ricerca sulle donne; la maggior parte dei farmaci vengono infatti testati sugli uomini, eppure abbiamo posologie e necessità diverse. Questo è stato un elemento che come ministro ho inserito all’interno dell’agenda non solo italiana ma anche europea e che porterò al G7. Quello di valorizzare la donna e prendersi veramente cura nel modo più specifico e preciso possibile della nostra salute, infatti, credo sia un fattore di grandissima importanza”.

Durante la giornata sono stati distribuiti opuscoli, organizzate visite mediche ed anche un calendario della prevenzione, con tanto di indicazioni su stili di vita e screening, proprio per garantire la prevenzione. La partecipazione è stata tanto sentita, da vedere in campo molte donne dello spettacolo e dello sport che hanno fatto da madrina all’appuntamento: da Loretta Goggi a Emma Marrone, da Milly Carlucci a Claudia Gerini, da Alessandra Martines a Barbara de Rossi, da Maria de Filippi a Margherita Buy, da Cristiana Capotondi a Barbara Palombelli, da Raffaella Carrà a Lucilla Agosti e tante altre. A scendere in campo sono state anche le radio nazionali che hanno fatto da canale per la divulgazione del calendario della prevenzione, che attraverso messaggi ad hoc, ha raggiunto le donne per fasce d’età. Il Ministero ha approntato anche il sito www.giornatasalutedonna.it che rimarrà attivo tutto l’anno al fine di garantire approfondimenti ed aggiornamenti delle informazioni.

Una regata di canottaggio di donne sul Tevere ha concluso l’evento.

Assunta Mango

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *