Afghanistan: camera ardente cap. Ranzani (Ansa)
Alpino ucciso, in corso i funerali
3 Marzo 2011
Un gruppo di migranti a Lampedusa (Ansa)
Frattini: dal Cdm l’ok alla missione umanitaria
3 Marzo 2011
Mostra tutto

Marche, ritrovato corpo ragazza dispersa

Il corpo di Giuseppe Santacroce, l'uomo di 51 anni disperso in seguito alla piena del fiume Ete (Ansa)

E’ stata ritrovato poco fa dai sommozzatori dei vigili del fuoco il corpo di Valentina Alleri, la ragazza di 20 anni travolta ieri dalla piena del fiume Ete Morto, a Casette d’Ete. Il cadavere era a poca distanza dal punto in cui ieri pomeriggio e’ stato recuperato quello del patrigno, Giuseppe Santacroce. Nella regione c’è stata un’altra vittima ieri a causa del maltempo.
Con il ritrovamento del corpo di Valentina sale ufficialmente a tre morti il bilancio dell’alluvione nelle Marche. A Venarotta di Ascoli Piceno ieri mattina era stata rinvenuta cadavere in un fosso una donna di 85 anni, Maria Corradetti, scivolata nell’ acqua la sera precedente per uno smottamento del terreno. Valentina viaggiava con il patrigno e la madre, Salvina Granata, unica sopravvissuta alla tragedia, a bordo di una Bmw che ha imboccato via Cavour proprio mentre il fiume rompeva gli argini, rovesciando sulla strada una massa di acqua e fango. Salvina, 47 anni, siciliana, e’ riuscita ad aprire lo sportello dell’auto e ad aggrapparsi ad un segnale stradale, da dove poi un uomo che abita li’ di fronte, Marco Moreschini, l’ha tirata via gettandosi in acqua e sfidando la corrente.

Valentina e il patrigno, 51 anni, non ce l’hanno fatta a lanciarsi fuori dall’abitacolo, e si sono inabissati con la vettura. ”Aggrappati mamma, reggiti forte…”, le ultime parole della giovane. Ieri pomeriggio, dopo 11 ore di ricerche, i sommozzatori avevano individuato il corpo di Santacroce vicino alla foce dell’Ete Morto, con un braccio teso verso gli arbusti, come in un estremo tentativo di salvarsi. Giuseppe e Valentina lavoravano come operai (insieme a Salvina) in un’azienda di Montecosaro (Macerata), l’Eurosuole. Ieri all’alba stavano andando in fabbrica, come ogni giorno: alcuni vicini li avevano scongiurati di non mettersi in viaggio, con quel tempo, ma non c’era stato niente da fare.

UN AUTOMOBILISTA MORTO IN UN SOTTOPASSO NEL TERAMANO – Il cadavere di un automobilista e’ stato trovato in uno dei sottopassi allagati dal nubifragio che ha colpito la provincia di Teramo ieri. Si tratta di un noto gallerista teramano, Pietro Di Sabatino, 70 anni, titolare della galleria Rizziero. Il cadavere e’ stato trovato da poco, durante gli interventi di svuotamento del sottopasso lungo il raccordo della ss 80 Teramo-Giulianova, nei pressi dello svincolo di Giulianova-Mosciano dell’autostrada A-14.

ALLERTA METEO, ANCORA PIOGGE E NEVE AL CENTRONORD – Ancora pioggia e neve sull’Italia: il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso una nuova allerta meteo. A partire dalle prime ore di oggi gli esperti prevedono nevicate fino a quote basse sulla pianura Padana, in particolare su Emilia-Romagna e Piemonte meridionale, e apporti al suolo generalmente moderati. Sulle regioni centrali, la quota neve sara’ superiore, fino a 700 metri in ulteriore graduale rialzo. Al centro si prevedono inoltre precipitazioni diffuse, in particolare sulle Marche, mentre sui settori costieri e tirrenici del Lazio saranno sparse, anche a carattere di rovescio o temporale di forte intensità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *