Il Chelsea disattiva il Barcellona
29 Aprile 2009
Giallo di Garlasco: attesa per la sentenza
30 Aprile 2009
Mostra tutto

Coppa Lysistrata: presentato al Comune il programma degli eventi

E' stato presentato questa mattina al Comune di Napoli, il programma della prossima Coppa Lysistrata organizzata dal Circolo del Remo e della Vela Italia. La manifestazione inizierà sabato 9 maggio a partire dalle ore 18 con due giorni di regate nello specchio d'acqua antistante Piazza della Repubblica, fino a Piazza Vittoria. La celebrazione di chiusura si terrà domenica 10 maggio a partire dale ore 12.00.

E’ stato presentato questa mattina al Comune di Napoli, il programma della prossima Coppa Lysistrata organizzata dal Circolo del Remo e della Vela Italia. La manifestazione inizierà sabato 9 maggio a partire dalle ore 18 con due giorni di regate nello specchio d’acqua antistante Piazza della Repubblica, fino a Piazza Vittoria. La celebrazione di chiusura si terrà domenica 10 maggio a partire dale ore 12.00.

E’ la più antica competizione remiera napoletana, seconda in Europa per anzianità soltanto alla Coppa del Re di Inghilterra.
Riservata in origine ad equipaggi esordienti in 8 yole, la Coppa deve il suo fascino non solo alla spettacolarità della gara in mare sotto la collina di Posillipo, ma anche alla forte carica agonistica tra i concorrenti di tutti i Circoli nautici
napoletani. La semplice partecipazione alla Lysistrata rappresenta da molti anni un autentico vanto della gioventù sportiva partenopea, motivo di grande orgoglio per il Circolo vittorioso.
La Coppa, un magnifico trofeo in argento, donato nel 1909 dall’americano di origini scozzesi Gordon Bennet jr., magnate dell’editoria newyokese, al “Real Circolo Canottieri Italia”, organizzatore della competizione, prese il nome
dall’ammiraglia della sua flotta personale. Il “Lysistrate”, dalla tipica linea di piroscafo a vapore, con un imponente fumaiolo.
Il campo di gara ha subìto negli anni numerose modifiche. Le prime edizioni della Coppa furono disputate nel tratto di mare tra Capo Posillipo e Palazzo Donn’Anna, con arrivo davanti al Bagno Elena, celebre ai suoi tempi, dove veniva allestita la tribuna per il pubblico e all’occorrenza, il palco reale. Nel 1925 sorse a Napoli un nuovo circolo nautico, il “Giovinezza”, diventato dopo la guerra “Circolo Posillipo”, per cui all’arrivo fu spostato all’altezza delle sue banchine. Negli anni Cinquanta il percorso della Lysistrata fu definitivamente stabilito nel tratto di mare da Mergellina a Castel dell’Ovo, lungo la spettacolare tribuna naturale che segue tutto il percorso; proprio la buona visibilità da terra è all’origine del crescente successo della competizione, che convoglia lungo via Caracciolo una gran folla competente, ammirata e festante. Trasferita per alcuni anni nel bacino del Lago Patria, la manifestazione è tornata di recente al suo naturale e suggestivo campo di gara, al suo mare, in una gara di 1000 metri, con equipaggi composti da ognuna delle categorie di atleti, dai ragazzi ai master.

Gabriella Sarno

Comments are closed.