Roma, 25 gen. (askanews) – In un paese come il Giappone, in cui l’efficienza dei trasporti è cronometrica, la situazione che si sta verificando in questo primo scorcio del 2023 è abbastanza insolita: un’ondata di freddo come non si vedeva da una decina d’anni ha di fatto bloccato varie aree del paese.

Treni bloccati con i passeggeri all’interno, talvolta costretti a passarci l’intera notte, voli cancellati e lunghe file di auto bloccate sull’autostrada.

Le temperature sono precipitate a livelli record sotto lo zerro e ci sono state copiose nevicate anche a bassa quota. L’Agenzia nazionale di meteorologia Kishocho ha chiesto ai cittadini la massima vigilanza contro le tempeste di neve, contro la furia dei mali e per le strade ghiacciate.

Migliaia di passeggeri hano dovuto passare la notte nei vagoni o nelle stazioni delle linee locali che uniscono le prefettura di Kyoto e di Shiga, mentre sono centinaia i voli cancellati in tutti gli aeroporti del paese.

Secondo il vice capo di gabinetto del governo Yoshihiko Isozaki, che ha parlato in una conferenza stampa a Tokyo, ha annunciato che almeno tre persone sono morte per circostanze collegate al freddo.

Le precipitazioni nevose hanno costretto alla chusura immediata di molteplici tratti della fondamentale austostrada Shin-Meishin, tra le prefetture di Mie e Shiga. Questo ha portato molte automobili a restare bloccate per la strada, al gelo, mentre i mezzi spazzaneve cercavano di sgombrare le carreggiate.

Nella stazione di Kyoto e in quella Yamashina sono rimaste bloccate almeno 4mila persone. Alcuni passeggeri si sono sentiti anche male.

Alcune delle linee ad alta velocità degli Shinkansen, a loro volta, hanno sospeso i collegamenti. In particolare quelli della linea Yamagata Shinkansen, nella regione nordorientale del Tohoku. Ma anche il Sanyo Shinkansen e la cruciale linea Tokaido Shinkansen stanno viaggiando a velocità ridotta, il che porta a insoliti ritardi.

Secondo l’agenzia, il tempo glaciale continuerà almeno fino a giovedì. Nell’area di Maniwa, prefettura di Okayama, in 24 ore sono caduti oltre 93 centimetri di neve. In alcune aree del paese si sono raggiunte anche temperature minime di -20 gradi centigradi.