Via libera ai lavori della Floridiana
24 gennaio 2008
Fare rete per i diritti dei più poveri
25 gennaio 2008
Mostra tutto

Venezia, muore marinaio schiacciato da tir

Alla vigilia dei funerali dei due operai morti nella stiva di una nave a Marghera e di una Venezia chiamata al lutto cittadino con il rinvio dei primi eventi del Carnevale, l'area portuale e' stata teatro oggi di una nuova tragedia sul lavoro. Alla lista delle morti 'bianche' si e' aggiunto il decesso di un marinaio greco, di 33 anni, urtato da un camion e schiacciato contro un altro tir, mentre erano in corso le operazioni di sbarco dei mezzi pesanti da un traghetto ellenico.

Alla vigilia dei funerali dei due operai morti nella stiva di una nave a Marghera e di una Venezia chiamata al lutto cittadino con il rinvio dei primi eventi del Carnevale, l’area portuale e’ stata teatro oggi di una nuova tragedia sul lavoro. Alla lista delle morti ‘bianche’ si e’ aggiunto il decesso di un marinaio greco, di 33 anni, urtato da un camion e schiacciato contro un altro tir, mentre erano in corso le operazioni di sbarco dei mezzi pesanti da un traghetto ellenico.

A nulla e’ servita la corsa all’ospedale di Mestre: il marittimo e’ arrivato cosciente ma e’ deceduto poco dopo. E il porto si e’ nuovamente fermato, mentre sconcerto e’ stato espresso dal segretario regionale della Cgil, Patrizio Tonon. “Questa autentica emergenza – ha affermato – non si puo’ affrontare con interventi di ‘normale amministrazione’ ma occorre un impegno straordinario che coinvolga parti sociali e istituzioni”. Per Tonon, il silenzio degli industriali “e’ ormai colpevole”. Franca Porto, segretaria veneta della Cisl, parla di “un bollettino di guerra”. Dall’inizio dell’anno sono otto i morti sul lavoro in Veneto. Per il sindaco Massimo Cacciari bisogna richiamare “tutti i responsabili delle attivita’ del nostro Porto, in tutti i suoi settori, a dedicare la massima attenzione alle procedure di sicurezza e al rigoroso rispetto delle norme, cosi’ da tutelare finalmente con efficacia i lavoratori”.  La sicurezza e’ stato uno dei leit motiv degli slogan lanciati stamani dagli aderenti al centro sociale ‘Rivolta’ che per oltre un’ora hanno ‘occupato’ gli uffici della presidenza dell’Autorita’ Portuale. Dure accuse sono state mosse al presidente Giancarlo Zacchello e i No Global hanno annunciato la partecipazione al corteo promosso dai sindacati lunedi’ prossimo a Mestre, dove e’ atteso il segretario della Cgil Guglielmo Epifani. A ricordare in modo tangibile il pesante tributo di dolore e morte pagato dai lavoratori saranno domani mattina i funerali di Denis Zanon, a Mestre, e Paolo Ferrara, a Brugine (Padova). Sono i due operai deceduti venerdi’ nella stiva di una nave, asfissiati dai gas sprigionati da un carico di soia. Per Venezia e Brugine sara’ una giornata di lutto. Nella citta’ lagunare tutte le manifestazioni previste per domani, comprese quelle legate al Carnevale, sono state rinviate ad altra data. “Oggi lutto cittadino, eventi carnevale sospesi” si leggera’ – anche in inglese – sui pannelli luminosi alle porte della citta’. Il Corteo delle Marie, le dodici fanciulle in costume chiamate a ricordare uno dei momenti della storia veneziana, e’ stato spostato a domenica. Solo dopo la mezzanotte di sabato rimarra’ aperto uno spazio musicale per i giovani, al Padiglione Italia dei Giardini, dopo un’intera giornata che invece in citta’ sara’ contrassegnata dal dolore. Anche la Fenice ricordera’ domani i morti sul lavoro con un minuto di silenzio prima della recita de “La Rondine” di Puccini, e parte dell’incasso sara’ devoluto ai familiari delle vittime.

Susy Miraglia

Comments are closed.