Tokyo chiude col tonfo: – 4,79%
13 Gennaio 2009
Una collana di denti e l’esame del dna inchiodano il killer dei lupi
13 Gennaio 2009
Mostra tutto

Spicca il volo la nuova Alitalia

Un lungo percorso. Dalle ceneri di Alitalia - Linee Aeree Italiane, Alitalia Express, Air One, Air One CityLiner, Volare ed Air Europe è nata la nuova compagnia di bandiera italiana: l’Alitalia - Compagnia Aerea Italiana S.p.A.. La Compagnia Aerea Italiana, ormai a tutti nota come CAI, nasce il 26 agosto scorso grazie all’intento dell’istituto bancario Intesa Sanpaolo di Roberto Colaninno di rilevare l’attività della vecchia compagnia di bandiera.

Un lungo percorso. Dalle ceneri di Alitalia – Linee Aeree Italiane, Alitalia Express, Air One, Air One CityLiner, Volare ed Air Europe è nata la nuova compagnia di bandiera italiana: l’Alitalia – Compagnia Aerea Italiana S.p.A.. La Compagnia Aerea Italiana, ormai a tutti nota come CAI, nasce il 26 agosto scorso grazie all’intento dell’istituto bancario Intesa Sanpaolo di Roberto Colaninno di rilevare l’attività della vecchia compagnia di bandiera.

Il 18 settembre 2008, l’Assemblea di CAI ritira l’offerta su Alitalia, rendendo ufficiale tale ritiro il 22 settembre27 settembre si raggiunge l’accordo quadro fra la Compagnia Aerea Italiana e alcune sigle sindacali per gli accordi sui contratti di lavoro. La svolta risolutiva risale certamente al 12 dicembre, giorno in cui la CAI diviene titolare del marchio industriale e acquista parte degli asset di Alitalia – Linee Aeree Italiane S.p.A. per la cifra di 1.052 milioni di euro; il 30 dello stesso mese viene presa la decisione di mutare la denominazione della società a partire dal 13 gennaio 2009. Il contratto di cessione degli asset e del rilascio della licenza di operatore aeronautico viene stipulato il 12 gennaio 2009. Oggi, 13 gennaio, è il giorno in cui sono previsti i primi voli della compagnia, tra i quali il primo in assoluto è quello delle ore 6.00 da Londra Heathrow in arrivo a Fiumicino alle 9.30. successivo.

 

L’accordo con Air-France. Nella tortuosa vicenda c’è da ricordare che Air France-KLM ha acquistato il 25% del capitale della compagnia, percentuale che si aggira intorno ai 320 milioni di euro, con l’accordo principale che venga creato un sistema multi-hub a livello europeo sugli aeroporti di Amsterdam Schipol, Parigi Charles De Gaulle e Milano Malpensa.

 

L’inizio delle attività della nuova compagnia. L’avvio avviene tra momenti di radicata protesta: una manifestazione dei lavoratori nell’area dei check in di Malpensa, la quale dopo le 8,30 ha mutato il programma dei voli della nuova compagnia. I manifestanti protestano contro l’intesa tra CAI e Air France, in quanto tale accordo potrebbe costare centinaia di posti di lavoro allo scalo di Varese, escludendo di conseguenza un possibile accordo con Lufthansa.

 

Le dichiarazioni di Colaninno. Il neo presidente della compagnia aerea si pronuncia così sul mancato accordo con Lufthansa e sulle trattative con Air France: «Lufthansa ed Air France sono due grandi multinazionali, hanno le loro strategie e le loro tattiche. Air France si è aperta a noi circa un mese e mezzo fa, ha gestito rapporti concreti, e ci siamo trovati a discutere di contratti e condizioni. Con Lufthansa invece nonostante le mie telefonate non sono mai riuscito ad avere un appuntamento con il presidente e l’ad della compagnia. Lufthansa ha diritto ad avere una sua strategia, ma anche noi ad avere la nostra. Noi abbiamo ricevuto due lettere di Lufthansa, la seconda è arrivata solo ieri a mezz’ora dal Cda».

Gianmarco Delli Veneri 

Comments are closed.