I Savoia ad Aosta, a caccia di voti per Strasburgo
23 Maggio 2009
«Ddl popolare per ridurre i parlamentari. Opposizione non necessaria per riforme»
24 Maggio 2009
Mostra tutto

Spari a Scanzano, notte di paura per i residenti

CASTELLAMMARE. Spari nella notte nel rione Scanzano, paura tra i residenti per una violenta lite tra pregiudicati. Sul caso sono partite le indagini dei poliziotti stabiesi che, intervenuti a seguito di una segnalazione anonima, hanno rinvenuto a terra 10 bossoli calibro 9 x 21.

CASTELLAMMARE. Spari nella notte nel rione Scanzano, paura tra i residenti per una violenta lite tra pregiudicati. Sul caso sono partite le indagini dei poliziotti stabiesi che, intervenuti a seguito di una segnalazione anonima, hanno rinvenuto a terra 10 bossoli calibro 9 x 21. La lite, con ogni probabilità scoppiata per motivi legati allo spaccio di droga, non ha provocato nessun ferito. Gli agenti, guidati dal primo dirigente Luigi Petrillo e dal vicequestore Stefania Grasso, hanno sottoposto decine di pregiudicati all’esame dello stube, ma al momento nessuna persona è stata denunciata. Secondo le prime indagini tuttavia si tratterebbe di una furibonda lite tra pregiudicati, dovuta con ogni probabilità a problemi legati allo spaccio di droga. Una lite conclusasi con dieci pistolettate a scopo intimidatorio e che ha provocato grande apprensione nei vicoli del rione che rappresenta il fortino inespugnabile del clan D’Alessandro. All’arrivo delle forze dell’ordine tutto però si è ricomposto. Non è successo niente, dicono quelli che ci sono e vano è il tentativo di ricostruire l’accaduto con le testimonianze dei presenti. Alla fine non ci sarà nessuna denuncia e neppure un ferito. A Scanzano sono intervenuti anche i carabinieri del nucleo operativo, guidati dal capitano Giuseppe Mazzullo e dal tenente Andrea Minella. Anche per i militari quella di ieri è stata una lunga e intensa giornata di lavoro. Su e giù per il rione Scanzano alla ricerca di qualche traccia che possa dare una giusta chiave di lettura all’episodio della scorsa notte.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.