Incendio in chiesa dopo la messa di Pasqua
13 Aprile 2009
Scossa al 4,9, nuova notte di paura
14 Aprile 2009
Mostra tutto

Si rompe cavo funivia, paura tra gli sciatori

Tra i tanti sciatori che oggi affollavano le piste di Macugnaga (Verbania), in questo assolato lunedi’ di Pasquetta, si è diffusa la paura a causa di un cavo di acciaio di una cabinovia che si è rotto, andando a colpire la seggiovia sottostante. Il cavo sembrava una frusta impazzita e fortunatamente non ha ferito nessuno, ma ha agganciato lo scarpone di uno sciatore lombardo trascinandolo per diversi metri sulla neve. L’uomo pero’ non ha riportato ferite, nè ci sono stati feriti tra chi, in quel momento, si trovava sulla cabinovia e sulla seggiovia.

Tra i tanti sciatori che oggi affollavano le piste di Macugnaga (Verbania), in questo assolato lunedi’ di Pasquetta, si è diffusa la paura a causa di un cavo di acciaio di una cabinovia che si è rotto, andando a colpire la seggiovia sottostante. Il cavo sembrava una frusta impazzita e fortunatamente non ha ferito nessuno, ma ha agganciato lo scarpone di uno sciatore lombardo trascinandolo per diversi metri sulla neve. L’uomo pero’ non ha riportato ferite, nè ci sono stati feriti tra chi, in quel momento, si trovava sulla cabinovia e sulla seggiovia.

I due impianti si sono subito fermati e nel giro di mezz’ora tutti sono stati portati in salvo, prima le 50 persone che si trovavano sulla cabinovia, poi quelle bloccate sui seggiolini, due per ogni postazione, per un totale di circa 30 persone. Il personale della societa’ Monterosa.Star che gestisce gli impianti di Macugnaga ha subito provveduto a farli scendere, incolumi. Qualcuno e anche sceso a valle con gli sci. Per un attimo si è temuto il peggio, considerando che le persone sono rimaste sospese in aria, alla fine pero’ tanta paura, ma nessun ferito. I tecnici stanno ora tentando di capire che cosa sia successo. Potrebbe essersi trattato di un guasto alla puleggia, come emergerebbe dai primi sopralluoghi dei tecnici della societa’ Monterosa Star. Pare inoltre che il cavo in questione, una sorta di cavo di emergenza, non fosse logoro anche perchè era stato sostituito nel 2003 in un normale intervento di manutenzione. Intanto sono stati bloccati tutti gli impianti di Macugnaga, divisi in due comprensori, quello di Monte Moro, interessato dall’incidente, e di Belvedere, in tutto 2 funivie, 4 ski lift e tre seggiovie, capaci di servire, nei week end piu’ affollati, anche 1.500 persone al giorno. Oggi era uno di questi. Gli sciatori di Macugnaga hanno cosi’ dovuto terminare la loro giornata sportiva prima del previsto, ma fortunatamente senza particolari danni. E tutto fa credere che la stagione di Macugnaga, prevista fino al 3 maggio, in realta’ finisca con questo week end pasquale “Vogliamo vedere chiaro, capire cosa è accaduto – ha detto il direttore degli impianti, Luigi Corsi – l’incolumita’ dei turisti è ovviamente la prima cosa da salvaguardare. In venti anni che lavoro qui, e da dieci come direttore, non è mai accaduto nulla di simile. Andremo a fondo del problema e ripristineremo l’impianto al meglio, intanto è stata anche aperta un’inchiesta. E se questo pregiudichera’ il resto della stagione, speriamo comunque di no anche se tradizionalmente dopo Pasqua gli sciatori diminuiscono sempre molto, pazienza, la sicurezza viene prima di qualsiasi altra cosa”.

Daniele Romano

Comments are closed.