Kenya, rapite due suore italiane
10 Novembre 2008
Camion in panne, paura in autostrada
10 Novembre 2008
Mostra tutto

Sciopero dei trasporti, città in tilt

Code all'ingresso dei più importanti capoluoghi, rallentamenti lungo le maggiori tangenziali, traffico congestionato nei centri urbani: si è presentata così nella mattinata la situazione del 'lunedì nero' dei trasporti, a causa dello sciopero nazionale degli autoferrotranvieri (per 24 ore, con modalità diverse da città a città), e dei dipendenti delle ferrovie (24 ore di agitazione dalle 21 di domenica). Secondo i sindacati le adesioni tra le due categorie superano già l'80% nella media nazionale. La protesta, indetta da Filt-Cgil, Fit-Cisl, UilT, Ugl, Orsa, Faisa e Fast, è legata alla vertenza per il nuovo contratto unico della mobilità per gli addetti al trasporto locale, ferroviario e servizi e fermerà oggi per tutta la giornata treni, bus, metropolitane e ferrovie locali, ad eccezione delle fasce garantite per i pendolari.

Code all’ingresso dei più importanti capoluoghi, rallentamenti lungo le maggiori tangenziali, traffico congestionato nei centri urbani: si è presentata così nella mattinata la situazione del ‘lunedì nero’ dei trasporti, a causa dello sciopero nazionale degli autoferrotranvieri (per 24 ore, con modalità diverse da città a città), e dei dipendenti delle ferrovie (24 ore di agitazione dalle 21 di domenica). Secondo i sindacati le adesioni tra le due categorie superano già l’80% nella media nazionale. La protesta, indetta da Filt-Cgil, Fit-Cisl, UilT, Ugl, Orsa, Faisa e Fast, è legata alla vertenza per il nuovo contratto unico della mobilità per gli addetti al trasporto locale, ferroviario e servizi e fermerà oggi per tutta la giornata treni, bus, metropolitane e ferrovie locali, ad eccezione delle fasce garantite per i pendolari.

MILANO – A Milano, blocco totale della metropolitana a partire dalle 8.45; il servizio sulle tre linee sotterranee è garantito dalle 15 fino alle 18 quando ricomincerà, fino alla fine del servizio l’astensione dei dipendenti Atm. Traffico già intenso fin dalle prime ore sulle tangenziali del capoluogo lombardo fin dalla prime ore del mattino, così come in città.

ROMA – Già in tilt la circolazione a Roma, dove sono ferme le linee di bus, metro e le ferrovie Roma-Lido e Roma-Viterbo. Traffico e ingorghi in tutte le strade a ridosso del centro storico, molti cittadini costretti a raggiungere il posto di lavoro o la scuola a piedi. Forti rallentamenti nella circolazione su via Cristoforo Colombo, in uscita da Roma, in via Appia Nuova e su tutte le consolari. Bloccati il lungotevere e il Grande Raccordo Anulare. È pressoché fermo, secondo la Polizia Municipale, il traffico sulla Tangenziale, e nel tratto Roma-Fiumicino, del Gra, all’altezza del viadotto della Magliana. All’aeroporto di Fiumicino, dove si è tenuta l’assemblea dei sindacati del ‘no’ di piloti e hostess Alitalia, partenze e arrivi dei voli Alitalia hanno registrato ritardi diffusi anche fino a 60 muniti. È stato chiuso lo scalo di Ciampino per motivi tecnici (dopo un fuori pista di un aereo Ryanair) e i voli sono stati trasferiti su Fiumicino. Nella Capitale la prima fase della protesta terminerà alle 17. Bus, tram, metropolitane e treni per Ostia, Giardinetti e Civitacastella-Viterbo, saranno poi nuovamente a rischio stop tra le 20 e la fine del servizio odierno. Nella notte, inoltre, sono possibili disagi per i bus notturni.

NAPOLI – Paralizzata anche Napoli, con pochi bus in strada, metropolitane ferme, stop a funicolari e Circumvesuviana. A partire dalle ore 8,30, termine fissato per la prima fascia di garanzia, gran parte dei bus di Anm e Ctp sono tornati nei depositi. Ferme anche le linee 1, 2 e 6 della metropolitana Stessa sorte per Circumvesuviana e Circumflegrea. Pochi bus in circolazione e traffico intenso anche a Bologna: in Emilia la protesta coinvolge oltre seimila ferrovieri e altrettanti addetti delle nove Aziende di trasporto pubblico locale.

Barbara Lucianelli

Comments are closed.