Lidi, emanata nuova ordinanza
4 Giugno 2008
Brunello, per Zaia la querelle con gli Usa è “quasi risolta”
5 Giugno 2008
Mostra tutto

Sassi sulle coppiette, allarme a Pozzano

CASTELLAMMARE DI STABIA. E’ allarme a Pozzano per l’azione di una baby gang dedita al lancio di sassi nei confronti delle coppiette appartate sulla statale 145. Vari episodi sono stati registrati negli ultimi giorni alle forze dell’ordine, che adesso hanno aperto delle indagini per risalire ai responsabili. Il caso più grave si è verificato la scorsa notte, quando i balordi hanno preso di mira una Fiat Punto alla quale è stato mandato in frantumi il parabrezza.

CASTELLAMMARE DI STABIA. E’ allarme a Pozzano per l’azione di una baby gang dedita al lancio di sassi nei confronti delle coppiette appartate sulla statale 145. Vari episodi sono stati registrati negli ultimi giorni alle forze dell’ordine, che adesso hanno aperto delle indagini per risalire ai responsabili. Il caso più grave si è verificato la scorsa notte, quando i balordi hanno preso di mira una Fiat Punto alla quale è stato mandato in frantumi il parabrezza.

Erano da poco passate le 2 quando alcuni balordi, molto probabilmente in sella ad un motociclo, si sono affiancati all’autovettura e hanno lanciato due sassi. Uno di questi ha colpito in pieno il parabrezza, mandandolo in  frantumi. Tanta paura per gli occupanti dell’auto, una giovane coppia di Gragnano, che hanno deciso di raccontare tutto alla polizia. Sul caso stanno adesso indagando gli agenti del locale commissariato agli ordini del primo dirigente Luigi Petrillo e del vicequestore Stefania Grasso. “Abbiamo vissuto attimi di puro terrore – afferma Sebastiano M., titolare dell’automobile colpita dai sassi – e solo per un caso fortuito non abbiamo avuto ripercussioni fisiche”. La ragazza, sotto choc per l’accaduto, è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo, dove è stata dimessa pochi minuti dopo. L’ipotesi maggiormente seguita dagli inquirenti porta all’azione di una baby – gang che si divertirebbe a trascorrere la notte compiendo atti vandalici lungo la statale 145 che collega Castellammare con i comuni della penisola sorrentina. Ma non è questa l’unica novità. L’episodio della scorsa notte infatti fa il paio con un altro lancio di sassi, questa volta ai danni di alcuni bagnanti, avvenuto lo scorso week – end all’altezza della spiaggia di Meta di Sorrento. Una persona è stata colpita di striscio ad un braccio e del caso sono stati avvisati gli agenti di polizia del commissariato di Sorrento. Anche in questo caso, così come per l’episodio di Pozzano, l’ipotesi maggiormente seguita dagli inquirenti è quella di una baby – gang. E non è escluso nemmeno che tra i due episodi ci sia una correlazione. Secondo le forze dell’ordine infatti gli autori del raid di Pozzano potrebbero essere gli stessi che, pochi giorni fa, sono entrati in azione anche in penisola sorrentina.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.