Strage di orsi in Abruzzo, tre avvelenati
2 ottobre 2007
Asilo, conferenza Anci a Bruxelles
8 ottobre 2007
Mostra tutto

Sanità, Italia ai primi posti al mondo

Italia ai primi posti nel mondo tra i Servizi Sanitari. Un fiore all'occhiello per il nostro paese. Nel confronto internazionale con Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna quali Paesi europei piu' rilevanti dal punto di vista demografico e socio economico e Stati Uniti e Canada quali Paesi extraeuropei, il nostro servizio sanitario nazionale presenta notevoli punti di forza che lo inseriscono a pieno titolo tra i primi del mondo nonostante abbia una percentuale di spesa sanitaria totale rispetto al PIL (8,9%) inferiore a Stati Uniti (15,3%), Francia (11,1%), Germania (10,7%) e Canada (9,8%).

Italia ai primi posti nel mondo tra i Servizi Sanitari. Un fiore all’occhiello per il nostro paese. Nel confronto internazionale con Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna quali Paesi europei piu’ rilevanti dal punto di vista demografico e socio economico e Stati Uniti e Canada quali Paesi extraeuropei, il nostro servizio sanitario nazionale presenta notevoli punti di forza che lo inseriscono a pieno titolo tra i primi del mondo nonostante abbia una percentuale di spesa sanitaria totale rispetto al PIL (8,9%) inferiore a Stati Uniti (15,3%), Francia (11,1%), Germania (10,7%) e Canada (9,8%).

In particolare, l’attesa di vita in salute alla nascita, calcolata dall’Organizzazione mondiale della sanita’, colloca il nostro Paese al 1* posto (uomini 71 anni e donne 75 anni) davanti a Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna e Stati Uniti cosi’ come la speranza di vita alla nascita. Mentre per quel che riguarda una delle piu’ gravi patologie come il cancro, la sopravvivenza in Italia a cinque anni dalla diagnosi per i tumori femminili e’ risultata essere pari al 59% contro una media europea del 55% e per i tumori maschili pari al 47% contro una media europea del 45% (Studio Eurocare 4). Per quanto riguarda, poi, il grado di soddisfazione dei cittadini europei sul proprio stato di salute secondo l’indagine Eurobarometer 2002 l’Italia figura al terzo posto con l’81,3% davanti a Paesi come Germania e Spagna. Un bilancio di cui andare orgogliosi – conclude il Ministero della Salute – che sprona il nostro Paese a fare di piu’ e meglio per mantenere alta la qualita’ e l’efficienza del sistema come dimostrano gli stanziamenti di oltre cento miliardi previsti dalla Finanziaria del 2008. 

Federica Daniele

 

Comments are closed.