Assessore Nasti: auto elettriche per il Comune di Napoli
13 Dicembre 2010
Pier Ferdinando Casini e Silvio Berlusconi (Ansa)
Il governo ottiene la fiducia anche alla camera, 314 a 311
14 Dicembre 2010
Mostra tutto

Roma blindata, in attesa dei cortei da tutt’Italia

Cortei a Roma (Ansa)

Migliaia di studenti sono in movimento da tutta Roma per unirsi al due cortei principali, quello che si e’ mosso dalla Sapienza e quelo dei Fori Imperiali. Studenti si sono mossi da Piazza della Repubblica, Piazza Sempione e Roma Tre. Proprio all’Universita’ Roma tre, alcuni studenti, prima di muoversi in corteo, hanno lanciato uova e vernice davanti al Rettorato.

STUDENTI OCCUPANO PISTA AEROPORTO PALERMO – Oltre 500 studenti medi ed universitari stanno bloccando l’aereoporto Falcone-Borsellino di Palermo. Gli studenti, arrivati con la linea metropolitana, sono riusciti ad accedere all’aereoporto eludendone i controlli e attraverso la sala degli arrivi sono arrivati alla pista. Gli studenti espongono uno striscione con su scritto ”Blocchiamo tutto, que se vayan todos”.

TERREMOTATI A ROMA, ‘L’AQUILA NON SI FIDA’ – “L’Aquila non si fida”. E’ questo lo striscione esibito davanti al Colosseo a Roma dalla delegazione di aquilani terremotati giunti alla capitale con autobus e veicoli privati in occasione delle manifestazioni odierne in contemporanea con il voto di fiducia alle Camere. Dei manifestanti abruzzesi, qualche centinaio, fanno parte anche gruppi di studenti che contestano la Riforma Gelmini. I comitati aquilani fanno parte del cartello “Uniti contro la crisi” che porta in corteo le istanze locali. “Siamo qui per dire che non è giusto rinnovare la fiducia a un governo che dopo aver portato avanti operazioni di facciata ha abbandonato la nostra città”, spiega Ilia Antenucci del Comitato aquilano “3e32”. “Non è una questione politica – puntualizza – anche se dovesse cambiare governo, la nostra mobilitazione andrà avanti qualora la nuova coalizione tradisse la nostra fiducia come ha fatto quella attuale”. Gli aquilani contestano “l’atteggiamento politico di chi ha negato una tassa di scopo per la ricostruzione ma non si fa scrupoli a far aumentare il prezzo della benzina per coprire altre spese come il deficit sanitario”.

‘UNITI CONTRO LA CRISI’, MANIFESTANTI AL COLOSSEO – Rosse, gialle, verdi e nere. Sono tanti i colori delle bandiere portate dai manifestanti che si sono radunati questa mattina davanti al Colosseo. Operai della Fiom, iscritti alla Cgil, tesserati di Rifondazione-Comunisti Italiani e Sinistra Critica, Action – Movimenti per la Casa, Unione Inquilini e studenti. Queste le persone scese in piazza oggi per protestare contro la crisi ed il Governo Berlusconi. Alcuni di loro hanno appeso sopra la ringhiera della stazione della metro uno striscione con su scritto: ”L’Italia che non si piega”. Via dei Fori Imperiali e’ stata ora chiusa al traffico mentre i manifestanti si stanno preparando a partire in corteo.


AL VIA CORTEO STUDENTI, ‘PUNTIAMO A MONTECITORIO’ – ”Voi andate alla deriva, noi solchiamo il mare”. Dietro questo lo striscione si e’ mosso dall’universita’ La Sapienza il corteo di studenti che confluira’ nell’altro corteo organizzato da ‘Uniti contro la crisi’ ai Fori Imperiali. Migliaia di studenti medi e universitari stanno sfilando verso il centro di Roma e ora si trovano all’altezza di Castro Pretorio. ”Punteremo a Montecitorio nonostante la zona rossa”, promettono i manifestanti che mostrano scudi di gommapiuma sui quali sono scritti titoli di classici della letteratura, della filosofia e anche del cinema.

CENTRO STORICO PRESIDIATO, ATTESI VARI CORTEI – Il centro storico di Roma e’ presidiato, gia’ dalla scorsa notte, dalle forze dell’ordine, in attesa della manifestazione di studenti, precari, terremotati dell’Aquila, cittadini di Terzigno e centri sociali contro il governo nel giorno del voto di fiducia previsto tra poco al Senato. In particolare sono stati posti sotto particolare sorveglianza tutti i palazzi sedi delle istituzioni. Forze dell’ordine e blindati sostano sotto il Campidoglio, piazza Venezia, piazza Santi Apostoli e nei pressi di Palazzo Valentini, sede di Provincia e Prefettura. Presidiate anche via del Corso, nel tratto compreso tra piazza Venezia e piazza Montecitorio, e i vicoli in prossimita’ di piazza di Pietra e via dell’Umilta’. Al momento – fanno sapere dalla Questura – tutti i varchi della zona a traffico limitato sono attivi, e finora non ci sono stati problemi di viabilita’. Molti parlamentari si sono affrettati a raggiungere il Senato fin dalle prime ore dell’alba per essere sicuri di poter partecipare al voto di oggi.

Vari cortei, una sala operativa in questura apposita per monitorare il percorso dei manifestanti e mille e cinquecento agenti in strada pronti a spostarsi a seconda dello sviluppo degli eventi. Il rischio da scongiurare sono eventuali tensioni e scontri, visto che alcuni studenti hanno gia’ annunciato di voler ”violare le ‘zone rosse’ e puntare dritto in piazza Montecitorio”, il cui accesso e’ stato vietato. La capitale sara’ attraversata da diversi cortei con migliaia di persone – annunciano gli organizzatori – molti dei quali confluiranno nella manifestazione guidata dagli universitari alla testa del corteo.

Gli studenti partiranno dalla citta’ universitaria de La Sapienza a piazzale Aldo Moro e, una volta arrivati ai Fori Imperiali, si uniranno ad un altro spezzone formato soprattutto da esponenti dei centri sociali, precari e operai della Fiom. ”Non abbiamo concordato alcun percorso con la questura, ma sicuramente domani punteremo a Montecitorio, nonostante le zone rosse”. Altri assembramenti sono previsti in diversi punti della citta’, tra cui a Ostiense e piazza della Repubblica. Nelle vie d’accesso ai palazzi delle istituzioni i manifestanti potrebbero trovare alcuni blindati a sbarrare la strada, con le forze dell’ordine nelle retrovie: il tentativo della questura sara’ quello di evitare il piu’ possibile il contatto degli agenti con i manifestanti, che arriveranno in massa da tutta Italia. Sono attesi 50 pullman provenienti da tutto il Paese.

Comments are closed.