Play the Music Summer 2007 – Festival di Musica Elettronica e Arte Contemporanea
30 Giugno 2007
Sonica electronic festival torna all’Arenile di Bagnoli
11 Luglio 2007
Mostra tutto

Rissa tra baby gang sul treno della Circum

CASTELLAMMARE DI STABIA. Attimi di paura ieri pomeriggio su un treno della Circumvesuviana che percorreva la tratta Sorrento – Castellammare per due maxi risse tra baby gang. Il tutto è accaduto prima a Meta di Sorrento, dove alcuni ragazzi se la sono presa con dei giovani all’esterno del treno, e poi alla fermata di Pioppaino a Castellammare.

CASTELLAMMARE DI STABIA. Attimi di paura ieri pomeriggio su un treno della Circumvesuviana che percorreva la tratta Sorrento – Castellammare per due maxi risse tra baby gang. Il tutto è accaduto prima a Meta di Sorrento, dove alcuni ragazzi se la sono presa con dei giovani all’esterno del treno, e poi alla fermata di Pioppaino a Castellammare.

Qui il bilancio è decisamente più grave, con un 17enne ricoverato in ospedale per lesioni varie e diversi vetri del treno mandati in frantumi dalla furia della baby gang. I responsabili di queste due incredibili risse sono ancora in via d’identificazione da parte dei poliziotti del locale commissariato agli ordini del primo dirigente Luigi Petrillo e del vicequestore Stefania Grasso che indagano sul caso. Gli agenti stabiesi, insieme ai colleghi della Polizia Scientifica di Napoli, si sono recati all’interno del convoglio per effettuare tutti i rilievi. E la scena che si è presentata davanti agli occhi dei poliziotti è stata davvero difficile da raccontare. Sediolini divelti, vetri in frantumi, mazze da baseball spaccate che testimoniano l’incredibile violenza adoperata nel corso degli atti teppistici. Il 17enne, trasportato al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo, è stato giudicato guaribile in 7 gironi per le varie ferite riscontrate su più parti del corpo. Il “treno del mare”, così è chiamato il convoglio Sorrento – Castellammare che trasporta molti bagnanti dell’area stabiese – vesuviana, diventa così nuovamente sinonimo di violenza. Già in passato infatti tra Torre Annunziata e Castellammare si sono verificati atti di vandalismo e vere e proprie risse tra piccoli gruppi di ragazzi. Mentre non sono mancati anche i casi di scippi e rapine sui treni che hanno inevitabilmente fatto alzare il livello di guardia da parte delle forze dell’ordine. Gli esodi e generalmente i weekend  sono infatti l’occasione ideale per borseggiatori e scippatori a caccia di bottini facili. Sinora sono state in totale una ventina le denunce presentate alla forze dell’ordine dall’inizio dell’anno compiute tra il Vesuviano e la penisola sorrentina. Ma non si esclude che in altri casi ci siano state vittime che abbiano deciso di non presentare una denuncia. I più appetiti, comunque, sono stati i portafogli, a seguire le borse. Tre sono le tecniche con cui viene praticato il borseggio: «a panzarotto» (di fronte), «a taglio ’e fresella» (di lato) e alla Boccaccio (di dietro, naturalmente), tanto per utilizzare il linguaggio codificato, rigorosamente in dialetto, dei delinquenti. Da stasera, insomma, le forze dell’ordine siederanno vicino ai viaggiatori considerati potenziali bersagli nel tentativo di poter acciuffare i furfanti. L’offensiva decisa dei militari potrebbe dare buoni risultati sin da subito. Ma non è questo l’unico obiettivo. I controlli saranno tesi anche a controllare l’afflusso di pregiudicati in penisola sorrentina durante il sabato sera. Persone che spesso minano la tranquillità della Terra delle Sirene e rappresentano un pericolo per il turismo.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.