Commercio estero, Italia farà sue proposte
1 Luglio 2008
v.le augusto
All’opera per salvare le palme di Viale Augusto
3 Luglio 2008
Mostra tutto

Rapina autotrasportatore, in manette 34enne stabiese

CASTELLAMMARE DI STABIA. Armato di pistola, rapina un autotrasportatore all’esterno di un supermercato del rione San Marco. Viene però denunciato dalla sua vittima ai poliziotti e arrestato dopo pochi minuti. In manette, con l’accusa di rapina aggravata, è finito Giovanni Di Martino, 34 anni, residente al Savorito e già pregiudicato per reati specifici.

CASTELLAMMARE DI STABIA. Armato di pistola, rapina un autotrasportatore all’esterno di un supermercato del rione San Marco. Viene però denunciato dalla sua vittima ai poliziotti e arrestato dopo pochi minuti. In manette, con l’accusa di rapina aggravata, è finito Giovanni Di Martino, 34 anni, residente al Savorito e già pregiudicato per reati specifici.

L’uomo è stato arrestato dagli agenti di polizia del locale commissariato, agli ordini del primo dirigente Luigi Petrillo e del vicequestore Stefania Grasso, nella sua abitazione. Tutto è accaduto ieri pomeriggio. Erano da poco passate le 17 quando Di Martino vede l’autotasportatore, che attende di fare una consegna al supermercato San Marco, all’esterno del negozio. Il 34enne attende il camionista all’uscita ed entra in azione. “Dammi i soldi che hai in tasca o ti sparo”, questa la richiesta quanto mai esplicita alla sua vittima che, davanti all aminaccia di una pistola, non può fare altro che obbedire alle richieste del rapinatore. Il camionista, napoletano, consegna 620 euro in contanti. Di Martino così scappa in sella ad una moto e fa perdere immediatamente ogni sua traccia. Dopo pochi minuti però l’autotrasportatore, ripresosi dallo choc subito, decide di denunciare tutto ai poliziotti e si dirige al commissariato del corso Alcide De Gasperi. I funzionari del commissariato fanno visionare al malcapitato diverse foto segnaletiche di pregiudicati per reati di rapina. L’uomo riconosce così Di Martino e lo segnala alle forze dell’ordine. Passano pochi minuti e gli agenti di polizia si recano presso l’abitazione di Di Martino, situata nel cuore del Savorito. Il 34enne viene così fermato e portato in commissariato per gli accertamenti di rito. Da qui viene poi trasferito nel carcere napoletano di Poggioreale, dove si trova tuttora in attesa di essere interrogato dal giudice per la convalida del fermo. Sul suo capo pende l’accusa di rapina a mano aggravata. Continua intanto l’allarme rapine in tutto il comprensorio stabiese – vesuviano. Quello di ieri pomeriggio infatti è soltanto l’ultimo colpo di una lunga serie che sta mettendo terrore e paura tra i cittadini. Un allarme che è cresciuto ulteriormente anche nell’ultimo periodo estivo e che ha indotto i residenti a chiedere maggiori controlli alle istituzioni e alle forze dell’ordine. La gente insomma continua ad aver paura, mentre le istituzioni locali hanno chiesto alle forze dell’ordine un maggiore impegno di uomini e forze per sconfiggere il fenomeno della microcriminalità che, purtroppo, è ancora molto diffuso in tutta l’area stabiese – vesuviana.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.