Usa, la camera approva il piano anti-crisi
14 Febbraio 2009
Il blog di Cucuzza “Fuori dalla rete”
14 Febbraio 2009
Mostra tutto

“All you need is love” sulla maglietta. Amanda Knox stupisce in aula

Venerdì in aula ha detto di essere innocente. Ha preso la parola in aula per la prima volta, al processo per l'omicidio di Meredith Kecher, e senza avvalersi di un interprete. Sabato Amanda Knox è tornata davanti ai giudici della Corte d'Assise di Perugia, presentandosi in aula con una maglietta bianca con la scritta «All you need is love», uno dei motivi più celebri dei Beatles, a grandi caratteri rossi sotto a un giacchino viola. Sorridente, capelli raccolti, ha rivolto un cenno di saluto al padre Curt. In aula anche l'altro imputato, Raffaele Sollecito. L'udienza si è aperta con la deposizione di Laura Mezzetti, una delle coinquiline italiane della Knox e della Kercher.

Venerdì in aula ha detto di essere innocente. Ha preso la parola in aula per la prima volta, al processo per l’omicidio di Meredith Kecher, e senza avvalersi di un interprete. Sabato Amanda Knox è tornata davanti ai giudici della Corte d’Assise di Perugia, presentandosi in aula con una maglietta bianca con la scritta «All you need is love», uno dei motivi più celebri dei Beatles, a grandi caratteri rossi sotto a un giacchino viola. Sorridente, capelli raccolti, ha rivolto un cenno di saluto al padre Curt. In aula anche l’altro imputato, Raffaele Sollecito. L’udienza si è aperta con la deposizione di Laura Mezzetti, una delle coinquiline italiane della Knox e della Kercher.

ARRESTATO UNO DEI TESTIMONI CHIAVE – Venerdì sera intanto è stato arrestato l’albanese Hekuran Kokomani, uno dei testimoni chiave dell’inchiesta sull’omicidio di Meredith Kercher: i carabinieri di Perugia hanno sequestrato nell’abitazione di Kokomani alcuni grammi di cocaina. Lo straniero – difeso dall’avvocato Antonio Aiello – nega comunque che la droga fosse sua. La cocaina, sembra 8 grammi, è stata trovata in un cassetto della casa. Nell’abitazione i carabinieri, che mantengono un riserbo assoluto sull’indagine, hanno sorpreso anche un altro straniero che è stato perquisito, ma nei confronti del quale non è stato preso alcun provvedimento. In mattinata Kokomani comparirà davanti al gip di Perugia per l’udienza di convalida dell’arresto. L’interrogatorio si terrà nel carcere di Capanne. Nell’inchiesta sull’omicidio Kercher l’albanese ha sostenuto di avere visto insieme Raffaele Sollecito, Amanda Knox e Rudy Guede insieme davanti all’abitazione di Via Della Pergola. Sentito come testimone nel processo con il rito abbreviato all’ivoriano e nell’udienza preliminare nei confronti degli altri due è stato chiamato a deporre anche nel procedimento davanti alla corte d’Assise di Perugia nei confronti della studentessa americana e del giovane pugliese. Secondo la scaletta originaria doveva comparire proprio sabato davanti ai giudici del capoluogo umbro, ma per motivi organizzativi delle udienze la sua testimonianza è stata rinviata al 14 marzo prossimo.

Barbara Lucianelli

Comments are closed.