Consumi: gli italiani non sanno dire no al pane
28 Maggio 2008
Lidi, emanata nuova ordinanza
4 Giugno 2008
Mostra tutto

Pubblicato il bando per i contributi fitti

SANT’ANTONIO ABATE. Pubblicato all’albo pretorio e sul sito web istituzionale il bando di concorso per la concessione dei contributi integrativi ai canoni di locazione per l’anno 2005. Le famiglie che necessitano di un sostegno economico per il pagamento del canone di affitto hanno la possibilità presentare domanda entro il prossimo 25 Giugno.

SANT’ANTONIO ABATE. Pubblicato all’albo pretorio e sul sito web istituzionale il bando di concorso per la concessione dei contributi integrativi ai canoni di locazione per l’anno 2005. Le famiglie che necessitano di un sostegno economico per il pagamento del canone di affitto hanno la possibilità presentare domanda entro il prossimo 25 Giugno.

Possono fare richiesta tutti i cittadini residenti nel Comune di Sant’Antonio Abate o che abbiano l’attività lavorativa esclusiva o principale nel Comune, in possesso dei requisiti previsti dal bando.

Tra i requisiti è necessario essere titolare di un regolare contratto di locazione per uso abitativo, regolarmente registrato, di un alloggio adibito ad abitazione principale corrispondente alla residenza anagrafica del richiedente, non essere titolare di diritti di proprietà e usufrutto.

 La domanda di partecipazione per accedere ai contributi per l’affitto dovrà essere compilata esclusivamente utilizzando l’apposito modulo prestampato scaricabile dal sito internet del Comune e disponibile presso l’Ufficio Tributi, sito al piano terra del palazzo municipale, presso i patronati del territorio comunale e presso lo sportello di segretariato sociale. La domanda dovrà essere presentata all’ufficio Protocollo a mano o a mezzo raccomandata, nel cui caso farà fede la data del timbro postale.

L’istanza deve essere corredata dalla dichiarazione sostitutiva unica presente sul modello di domanda, dal contratto di locazione regolarmente registrato, dalla ricevuta di versamento della tassa di registrazione mod.F23, dalla dichiarazione ISE ed ISEE e da una fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità.Le fasce di contributo saranno diverse a seconda del valore ISE ed ISEE. L’amministrazione comunale al fine di soddisfare una platea più vasta di beneficiari, eroga ai soggetti collocati in graduatoria l’80% del contributo spettante ai soggetti che dichiarano “Ise zero” e il 70%  del contributo spettante ai soggetti che dichiarano “Ise diverso  da zero”. In tal modo un numero maggiore di utenti potrà beneficiare del sostegno economico. “L’impegno dell’amministrazione per le fasce sociali meno abbienti abbraccia una vasta gamma di servizi. Tra questi rientra il sostegno economico per le spese del canone di locazione – dichiara il sindaco D’Auria, in qualità di assessore alle Politiche Sociali. Negli ultimi anni i prezzi per l’affitto, così come per l’acquisto della casa sono cresciuti in maniera considerevole. Con questo contributo intendiamo dare un aiuto alle famiglie in difficoltà. Invitiamo tutti i cittadini a rivolgersi presso i nostri uffici per segnalare le proprie richieste”.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.