Falsi Arnaldo Pomodoro, denunciati due collaboratori
6 dicembre 2007
Meredith, “Rudy pronto a collaborare”
7 dicembre 2007
Mostra tutto

Promozioni d’oro all’Asl Na 5, 12 inviti a comparire

CASTELLAMMARE DI STABIA. Dodici inviti a comparire per le promozioni d’oro all’Asl Na 5. Arriva ad una svolta l’inchiesta condotta dai magistrati della Procura della Repubblica di Torre Annunziata dopo le segnalazioni di alcuni funzionari che non hanno ben visto il riordino della macchina amministrativa dell’azienda sanitaria voluto dai vertici dirigenziali.

CASTELLAMMARE DI STABIA. Dodici inviti a comparire per le promozioni d’oro all’Asl Na 5. Arriva ad una svolta l’inchiesta condotta dai magistrati della Procura della Repubblica di Torre Annunziata dopo le segnalazioni di alcuni funzionari che non hanno ben visto il riordino della macchina amministrativa dell’azienda sanitaria voluto dai vertici dirigenziali.

Davanti ai giudici compariranno anche dei sindacalisti, appartenenti principalmente a due sigli sindacali del comparto sanitario. Un altro fulmine a ciel sereno dunque, per l’Asl Na 5, che potrebbe così trovarsi al centro di un nuovo polverone giudiziario. Le 12 persone chiamate a testimoniare sarebbero informate sui fatti e dovranno adesso chiarire la vicenda dei “concorsi truccati” a cui presero parte circa 500 candidati e che portarono alla promozione di 96 persone. Il dubbio è che molti di quei nomi promossi non avrebbero avuto i requisiti necessari. L’inchiesta penale fu avviata, la scorsa estate, in seguito alle indagini dei militari del nucleo speciale per la tutela pubblica della Guardia di Finanza, inviati direttamente da Roma che, nel corso degli ultimi mesi, hanno effettuato numerosi sopralluoghi e sequestrato centinaia di fascicoli.
Fascicoli, che negli anni scorsi, erano stati anche al centro degli accertamenti della commissione d’accesso. Indagini che, nei giorni scorsi, hanno subito una notevole accelerata. Al centro dell’inchiesta i quattro concorsi interni, svoltisi tra il 2000 e il 2003, che avrebbero portato all’avanzamento di carriera di diversi dipendenti sprovvisti dei titoli di studio richiesti e che avrebbero prodotto false documentazioni pur di beneficiare delle promozioni. In pochi anni, dunque, numerosi infermieri si sono ritrovati a curare incarichi gestionali così come molti dipendenti amministrativi sono finiti a lavorare nei settori tecnici, ovviamente con relativo aumento di stipendio. Adesso, nonostante negli anni scorsi tali irregolarità siano state evidenziate attraverso numerose denunce agli organi competenti da alcuni lavoratori, molti sindacalisti contestano le revoche messe in atto dalla direzione generale. Proteste che hanno aperto spaccature anche tra gli stessi sindacati, con Cisl, Cgil e Fials contrapposti a Uil e Fsi, le due sigle accusate di collaborare con la direzione generale ai danni dei lavoratori. Adesso tutte le attenzioni sono così puntate su questa inchiesta condotta dai giudici di Torre Annunziata che potrebbe portare a clamorosi sviluppi.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.