Usa: a novembre persi 533mila posti. Obama: “La crisi peggiorerà”
5 Dicembre 2008
Berlusconi ai soci Cai: “Siete dei patrioti”
6 Dicembre 2008
Mostra tutto

Ok del Consiglio alla Tarsu agevolata

PIMONTE. Nell’ultimo consiglio comunale la maggioranza, tra gli altri provvedimenti, ha approvato un regolamento per la definizione agevolata della tassa sui rifiuti solidi urbani. Una sorta di condono, attraverso il quale l’amministrazione mira a risolvere o almeno contrastare il problema evasione.

PIMONTE. Nell’ultimo consiglio comunale la maggioranza, tra gli altri provvedimenti, ha approvato un regolamento per la definizione agevolata della tassa sui rifiuti solidi urbani. Una sorta di condono, attraverso il quale l’amministrazione mira a risolvere o almeno contrastare il problema evasione.

I cittadini potranno beneficiare di questo provvedimento dichiarando superfici per le quali precedentemente non pagavano la tassa sui rifiuti, versando una somma pari al 30% di quella dovuta, senza sanzioni né interessi. Sul caso non sono mancate le polemiche tra le opposte fazioni politiche.

“Il provvedimento è di per sè valido – dichiara il capogruppo di Uniti per Pimonte Michele Palummo -, ma è tardivo, perché giunge con 18 mesi di ritardo. Avrebbe dovuto essere varato nei primi giorni di governo. Cosa succederà infatti a quei contribuenti che in questi mesi hanno regolarizzato la propria posizione, dopo essere stati convocati dell’ufficio Tributi? Questi non potranno presentare domanda di condono e, di conseguenza, si creerà un’ingiusta discriminazione tra i cittadini”. Secondo i rappresentanti della minoranza tutto ciò dimostrerebbe come l’amministrazione Dattilo abbia le idee poco chiare e “senza alcuna strategìa amministrativa in materia”. “Ma l’aspetto che ci lascia maggiormente amareggiati – continua Palummo – è che quest’amministrazione non accetta il dialogo, il confronto, non accetta i suggerimenti dell’opposizione. Avevamo chiesto che l’intera materia dei rifiuti fosse discussa insieme con il nostro gruppo consiliare, ma le nostre ripetute richieste non sono state accolte. Ultimo, questo regolamento è stato portato in Consiglio senza una preventiva discussione con noi esponenti della minoranza. Ci riserviamo pertanto di adottare i provvedimenti più opportuni per tutelare gli interessi dell’intera cittadinanza pimontese”.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.