Camera iperbarica del Santobono: ridotto il servizio per mancanza di personale
7 Gennaio 2009
Israele: “Tregua di tre ore ogni giorno”
7 Gennaio 2009
Mostra tutto

Neve al nord, ancora disagi

Ancora neve. Tanta neve. Non accenna a placarsi l'ondata di maltempo che ha colpito il Nord Italia. Disagi a Milano, Torino e Genova. Traffico in tilt, problemi per i mezzi pubblici, difficoltà negli aeroporti: sono stati chiusi fino alle 13 gli scali di Torino e Milano (Linate e Malpensa), mentre è stato riaperto poco dopo le 11 quello di Bergamo Orio al Serio.

Ancora neve. Tanta neve. Non accenna a placarsi l’ondata di maltempo che ha colpito il Nord Italia. Disagi a Milano, Torino e Genova. Traffico in tilt, problemi per i mezzi pubblici, difficoltà negli aeroporti: sono stati chiusi fino alle 13 gli scali di Torino e Milano (Linate e Malpensa), mentre è stato riaperto poco dopo le 11 quello di Bergamo Orio al Serio. La neve non risparmia la circolazione ferroviaria: in Stazione Centrale, a Milano, molti passeggeri attendono l’arrivo dei treni, bloccati o rallentati a causa delle fitte nevicate. Anche il ‘gioiello’ della rete ferroviaria, la superveloce ‘Freccia Rossa’, ha dovuto arrendersi all’emergenza e l’altoparlante ne ha annunciato la cancellazione.

LE SCUOLE – A Milano e Torino le scuole sono rimaste aperte. Lezioni sospese invece a Genova e in altri comuni della Lombardia e del Piemonte: a Lecco, in parte della provincia di Bergamo e nelle province di Vercelli e Alessandria. Nel Verbano-Cusio-Ossola, invece, chiuse di sicuro soltanto le scuole secondarie superiori, di competenza della Provincia, mentre ogni Comune ha deciso in modo autonomo sulle scuole primarie e dell’infanzia.

LOMBARDIA – A Milano si sono accumulati 28 centimetri di neve: 320 operatori dell’Amsa, con mezzi spargi-sale e spala-neve, si sono messi in azione, ma a metà mattinata erano ancora parecchie le strade non pulite. Funzionano i tram e le linee metropolitane, anche se si sono registrati disagi sulla linea verde. «Stiamo cercando di capire con chiarezza cosa sta succedendo – dice l’Atm, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico nel capoluogo lombardo – ma per ora non ci è stata segnalata nessuna situazione particolarmente grave, solo molti rallentamenti». Da mezzanotte alle 10 di questa mattina la centrale operativa del 118 di Milano ha ricevuto in totale 681 chiamate, di cui la maggior parte dovute a contusioni e fratture per cadute al suolo causate dal ghiaccio. Numerose anche le richieste di intervento ai vigili del fuoco. I Verdi della Lombardia attaccano la gestione dell’emergenza: «Abbiamo l’antipatica sensazione che Amsa abbia finito la riserva di sale e che lo stia aspettando dal deposito di Genova: l’autostrada, però, è bloccata». Oltre a Milano, nevica con particolare intensità soprattutto sulle province di Lodi, Pavia, Mantova, Como e Lecco; localmente sono caduti fino a 45 centimetri di neve.

LIGURIA – A Genova si registrano disagi al traffico soprattutto sulle zone collinari. In provincia sono in azione una ventina di mezzi spazzaneve per liberare le strade. La decisione di sospendere le lezioni negli istituti scolastici è stata presa dal comitato operativo per le emergenze riunito in permanenza. La neve ha creato disagi soprattutto nell’entroterra, sulle alture del genovese e savonese.

PIEMONTE
– La situazione in Piemonte è addirittura peggiorata nelle ultime ore. In pianura sono caduti dai 20 centimetri nella zona orientale, nelle province di Vercelli, Torino e Novara, fino ai 50 centimetri nell’alta pianura cuneese. E l’Arpa prevede nevicate fino a giovedì sera.

AUTOSTRADE – Autostrade per l’Italia ha reso noto che nevica da oltre da oltre 36 ore su oltre 800 km della rete del gruppo: la società non segnala disagi per la circolazione, grazie ai piani di intervento che stanno interessando il centro-nord. In azione oltre 800 tra uomini e mezzi per la viabilità e per le operazioni spazzaneve e spargisale.

Comments are closed.