Berlusconi (Ansa)
Berlusconi, altri otto pronti a passare con me
17 Dicembre 2010
Sal da Vinci presenta a Napoli il libro “Tengo Famiglia” di Carlo Puca
17 Dicembre 2010
Mostra tutto

L’Italia batte i denti. Neve da Nord a Sud

Capri ricoperta di neve (Ansa)

Da Nord a Sud si battono i denti: la corrente siberiana, che si è abbattuta su gran parte dell’Europa non accenna a placarsi.  E dopo le regioni adriatiche e il sud, in queste ore è la volta del Nord. Una spruzzata di neve sta imbiancando Milano dalle 6.30 circa di questa mattina e la neve sta scendendo su strade e autostrade tra il Piemonte e la Liguria e nell’entroterra ligure. La Protezione civile ieri ha emesso un nuovo allerta meteo per una perturbazione che in queste ore porterà nevicate da deboli a moderate fino a livello del mare sul nord est; nevicate moderate ed elevate inizialmente al di sopra dei 100-300 metri e localmente anche a livello del mare su Toscana, Umbria e Marche e successivamente fino ai 500-700 metri. Neve anche sulle regioni centrali al di sopra dei 200-400 metri, con quantitativi anche abbondanti sui settori appenninici, sulla Sardegna al di sopra dei 400-600 metri.

Dalla mattinata di oggi sono inoltre previsti venti forti sulle regioni della fascia tirrenica e su Sicilia e Sardegna, in estensione ai settori adriatici meridionali. Dopo le nevicate che hanno interessato le coste adriatiche per oltre tre giorni, dalle prime ore di oggi è in atto, sul nord-ovest, una nuova perturbazione con precipitazioni nevose. Le autostrade attualmente interessate sono: A5 Aosta-Monte Bianco tra Autoporto e Monte Bianco, A12 Genova Sestri-Levante, A26 Genova-Gravellona Toce tra il bivio con l’A10 ed il bivio per la diramazione Predosa-Bettole, A7 Genova-Serravalle S., A10 Genova-Savona tra il bivio con l’A7 ed il bivio con L’A26. Autostrade per l’Italia informa che sono attivi i mezzi operativi sgombraneve e spargisale per garantire la percorribilità autostradale.

Oggi si prevedono nevicate su Toscana, Umbria, Lazio e Abruzzo che interesseranno gran parte dell’autostrada A1 Milano-Napoli e le autostrade A24 Roma l’Aquila-Teramo e A25 Torano-Pescara. Nel Lazio sono molto rallentate le ferrovie Roma-Viterbo e Roma-Lido a causa del ghiaccio; a rischio soppressione anche la Termini-Giardinetti per problemi al materiale rotabile. Nella notte ha ripreso a nevicare con insistenza sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. Tuttavia per i giorni intorno a Natale non dovrebbe fare freddo e non dovrebbe nevicare sui rilievi, vi sarà però il rischio di piogge.

NEVE ‘FARINOSA’ E NEVISCHIO IN LOMBARDIA – Neve farinosa e nevischio sta cadendo dalle prime ore del mattino sulle principali strade e autostrade della Lombardia. La nevicata è però lieve e i fiocchi, proprio per le loro caratteristiche, al momento non attecchiscono al terreno. Per ora quindi i disagi appaiono limitati anche se il traffico – molti comunque stanno usando l’auto per ripararsi dal freddo – è intenso come di norma nel periodo pre-natalizio. A Milano e sulle principali arterie in entrata e in uscita non si registrano code particolari, anche se la circolazione non é fluida.

LA SPEZIA SOTTO LA NEVE, DISAGI PER IL TRAFFICO – La Spezia si è svegliata sotto la neve che sta provocando forti disagi al traffico sia in città, in riva al mare, sia nelle zone collinari. Qualche tamponamento viene segnalato in periferia a causa della scivolosità del manto stradale. I vigili del fuoco hanno ricevuto per ora telefonate di persone in difficoltà ad uscire di casa, ma senza interventi particolari. “E’ tutto bloccato, innevato, da quota mare alle alture – conferma il responsabile della Protezione Civile provinciale, Maurizio Bocchia -. Per noi è la situazione peggiore, quando la neve si ferma anche sul mare: non abbiamo mezzi sufficienti a liberare tutte le arterie, quindi oggi si presume che gli spostamenti saranno difficilissimi. L’invito è quello di evitare di muoversi se non strettamente necessario”. Lo stesso Bocchia è rimasto bloccato sulla via dell’ufficio, nella bassa vallata del Vara. La neve è caduta anche in diverse zone dell’entroterra ligure di levante.

Comments are closed.