Conto alla rovescia per l’eclisse di Luna
13 Agosto 2008
Caro liberi, in campo l’antitrust
20 Agosto 2008
Mostra tutto

Impatto tra scooter e furgone, tre feriti

AGEROLA. E’ di tre feriti lievi il bilancio di un incidente tra uno scooter e un furgone verificatosi ieri pomeriggio nella frazione Pianillo. I tre medicati al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo (tutti agerolesi di età compresa tra i 20 e i 28 anni) sono stati giudicati guaribili in 10, 7 e 5 giorni per delle lievi escoriazioni.

AGEROLA. E’ di tre feriti lievi il bilancio di un incidente tra uno scooter e un furgone verificatosi ieri pomeriggio nella frazione Pianillo. I tre medicati al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo (tutti agerolesi di età compresa tra i 20 e i 28 anni) sono stati giudicati guaribili in 10, 7 e 5 giorni per delle lievi escoriazioni.

Tutto è accaduto poco dopo le 17 nella frazione Pianillo. Uno scooter Liberty 125, per cause ancora in fase di accertamento da parte dei carabinieri, è andato a sbattere contro un furgone che trasporta latticini. I due occupanti del motorino, che indossavano il casco, sono finiti sotto l’automezzo. Sul posto sono giunti gli uomini della Misericordia di Agerola, che hanno trasportato i feriti in ospedale. A Pianillo sono giunti anche i carabinieri della locale stazione, agli ordini del maresciallo Procolo Chiocca, e i vigili urbani guidati dal comandante Gregorio Casanova che hanno effettuato tutti i rilievi. I due occupanti del Liberty se la sono cavata con lievi escoriazioni giudicate guaribili in 10 e 7 giorni. Stessa sorte per l’autista del furgone, che è stato medicato al San Leopardo e giudicato guaribile in 5 giorni. L’incidente di Pianillo riaccende le polemiche sulla sicurezza delle strade dei Lattari. Del resto è opportuno ricordare lo stillicidio d’incidenti verificatosi lungo la statale 366 e, in particolare, sul tratto che collega Gragnano con Pimonte e Agerola. A tal proposito i residenti hanno dato vita a una petizione popolare che è stata inviata ai sindaci del comprensorio e a tutte le autorità locali. E proprio sulla statale 366 sono adesso proiettate le attenzioni dell’amministrazione provinciale, che ha già previsto l’installazione di tre rilevatori di velocità sui punti nevralgici dell’arteria che collega i comuni stabiesi e dei Lattari con la costiera amalfitana.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.