Vittime del dovere, approvato alla Camera il maxi-emendamento
15 dicembre 2007
A Biella sequestro con lieto fine
16 dicembre 2007
Mostra tutto

Il pacco dono perfetto? Ve lo suggerisce la matematica

Come se non bastasse lo stress per la ricerca del regalo, le code per acquistarlo e il traffico dei giorni festivi, una volta a casa ci si dovrebbe armare di calcolatrice e righello per confezionare il pacco regalo 'perfetto' all'insegna dell'ecologia. Lo sostiene un matematico dell'universita' inglese di Leicester: applicando la sua formula, si e' sicuri di non sprecare neppure un grammo di carta, rispettando cosi' anche l'ambiente. Lo studio e' stato commissionato dalla Bluewater, una catena di shopping-center inglese, ed e' stato preso molto sul serio dai ricercatori, al punto che ne e' derivata una vera e propria formula matematica che sembra presa da un trattato di fisica: se il regalo e' in una scatola quadrata o rettangolare, l'area del foglio di carta deve essere due volte la somma dell'altezza moltiplicata per la larghezza, piu' la larghezza per la profondita', piu' la profondita' per l'altezza piu' due volte il quadrato della profondita'.

Come se non bastasse lo stress per la ricerca del regalo, le code per acquistarlo e il traffico dei giorni festivi, una volta a casa ci si dovrebbe armare di calcolatrice e righello per confezionare il pacco regalo ‘perfetto’ all’insegna dell’ecologia. Lo sostiene un matematico dell’universita’ inglese di Leicester: applicando la sua formula, si e’ sicuri di non sprecare neppure un grammo di carta, rispettando cosi’ anche l’ambiente. Lo studio e’ stato commissionato dalla Bluewater, una catena di shopping-center inglese, ed e’ stato preso molto sul serio dai ricercatori, al punto che ne e’ derivata una vera e propria formula matematica che sembra presa da un trattato di fisica: se il regalo e’ in una scatola quadrata o rettangolare, l’area del foglio di carta deve essere due volte la somma dell’altezza moltiplicata per la larghezza, piu’ la larghezza per la profondita’, piu’ la profondita’ per l’altezza piu’ due volte il quadrato della profondita’.

Per chi non si sentisse in grado di affrontarla, per fortuna c’e’ anche una spiegazione semplificata: “In termini piu’ semplici – spiega Warwick Dumas, autore dello studio – la larghezza del foglio dovrebbe essere maggiore un paio di centimetri del perimetro del lato del regalo, mentre la lunghezza un po’ di piu’ della somma della larghezza e della profondita”’. La ricompensa per chi si cimentera’ con la formula sara’ la consapevolezza di aver aiutato l’ambiente: da uno studio, infatti, e’ emerso che ad ogni Natale i sudditi di Sua Maesta’ sprecano piu’ di una tonnellata di carta regalo. La formula trovata da Dumas, insieme ad ancora piu’ criptiche varianti per cilindri ed altre forme geometriche, sara’ insegnata in veri e propri corsi che la Bluewater offrira’ gratis ai propri clienti. “Questa formula prova che si possono incartare i regali senza usare carta in eccesso – conferma in perfetto stile matematico il professore – e per svilupparla abbiamo sperimentato diverse forme e dimensioni del regalo, e anche le diverse tecniche per incartarlo”. La necessita’ della formula e’ testimoniata dai risultati del ‘Christmas Shopping report 2007’ della casa commerciale, secondo cui il 46% dei britannici considera il proprio modo di fare i pacchetti ‘disgustoso’ o ‘povero’. La stessa ricerca ha dato un risultato inatteso per un popolo nordico, che si suppone immune dall’affezione per la mamma tipica dei mediterranei: i consumatori d’oltremanica, questo Natale spenderanno 1,1 miliardi di sterline (1,53 miliardi di euro) per i regali alla mamma, mentre i papa’ si dovranno accontentare di 7,7 milioni. Lo shopping natalizio, comunque, non e’ sempre un piacere neanche a Londra: il 61% degli intervistati si e’ infatti detto ‘terrorizzato’ dagli acquisti. E c’e’ da pensare che l’invito ad applicare la nuova formula matematica per il pacchetto ‘perfetto’ non sara’ di certo un incentivo a far aumentare la voglia di compere.

Barbara Lucianelli

Comments are closed.