La giunta Vozza: più telecamere per garantire la legalità
25 novembre 2007
Immigrazione, via ai flussi 2007
30 novembre 2007
Mostra tutto

Il cocktail alla moda? Il Polonio

Il cocktail piu' alla moda del momento? E' il Polonio 210, un nome che evoca la chimica, gli esperimenti nucleari e macabri omicidi di spie russe. Ma non e' certo l'unica stranezza in circolazione: dall'insalata di locuste ai dolci che cambiano forma e colore secondo le stagioni, le tendenze legate a cibo e divertimento offrono sempre piu' sorprese. Tanto che il ristorante piu' in del momento sembra sia The Clinic, a Singapore, dove tutto ma proprio tutto ricorda un ospedale.

Il cocktail piu’ alla moda del momento? E’ il Polonio 210, un nome che evoca la chimica, gli esperimenti nucleari e macabri omicidi di spie russe. Ma non e’ certo l’unica stranezza in circolazione: dall’insalata di locuste ai dolci che cambiano forma e colore secondo le stagioni, le tendenze legate a cibo e divertimento offrono sempre piu’ sorprese. Tanto che il ristorante piu’ in del momento sembra sia The Clinic, a Singapore, dove tutto ma proprio tutto ricorda un ospedale.

  Ad aggiornare il lettore, con ogni dovizia di particolari, e’ la Guida al Piacere e al divertimento 2008, di Roberto Piccinelli, arrivata quest’anno alla undicesima edizione. Si scopre cosi’ che nei ristoranti piu’ raffinati delle grandi metropoli internazionali sono di moda piatti ‘piumati’, come il petto di pavone, oppure pietanze da ‘safari gastronomico’ come il filetto di canguro, l’insalata di locuste e la carne di coccodrillo. Quanto al misterioso Polonio 210, svela Piccinelli, e’ un cocktail che si presenta fumante: effetto ottenuto grazie a CO2 (anidride carbonica) compresso, che ha una potenza refrigerante di 82 gradi sottozero. Se inserito in un drink passa dallo stato solido allo stato gassoso senza passare per quello liquido e questo provoca un denso fumo bianco come le pozioni di mago Merlino. Dalla Guida si apprende che se si vuole fare un figurone a una cena, si deve regalare un vassoio di Kyogashi: pietanze di design culinario che, seguendo il tradizionale amore per la natura della cultura giapponese, cambiano forma, colore e ingredienti in armonia con ciclo delle stagioni. Sono dolci speciali che nascono per accompagnare cerimonia del te’ e cerimonie religiose dei templi shinto e buddhisti. Il re incontrastato e’ Yoshimasa Kinoshita tit e pasticcere di Kashundo, a Kyoto. Il Petto di Pavone e’ uno dei primi esempi di piatti da vedere piu’ che da mangiare, grazie alle piume che fanno ornamento. Lo porta in tavola il ristorante Archipelago, a Londra, assieme a datteri con confit di pomodoro e vaniglia. Ma l’idea di base e’ il ritorno al safari gastronomico, visto che si mangia anche carne di coccodrillo, insalata di locuste (da sgranocchiare come patatine), carne di gnu, filetto di canguro e scorpione ricoperto di cioccolato manioca.  E ora i locali di tendenza. The Clinic, a Singapore e’ un complesso di 15mila mq su due piani, con ristorante e discoteca, due bar e Delirium Vip Lounge, con tanto di maschere a ossigeno. L’ingresso ricorda un pronto soccorso con sale d’aspetto da ambulatorio, tavoli da obitorio, luci da sala operatoria. Posate- bisturi, camerieri in camice verde con mascherina sul volto. Bariste-infermiere. Sedie a rotelle al posto delle sedie. Piatti serviti in scatole di latta, ricette molecolari, drink dalla flebo. Tubetto d’olio dentro sorta di contenitore di pomata. Tornando in Italia, Cimone 200 di Passo Rolle (TN)e’ uno chalet alpino, che vende souvenir e noleggia sci, con bar nell’ala lignea. Ma il bello e’ che siamo in presenza di uno dei piu’ importanti punti vendita di orologi a cucu’ d’Italia, da quello di Heidi al barometro cervo. Ma ci sono anche l’Art cafe’ nella vetreria con pezzi di Murano, lo storico circolo di canottaggio con vista panoramica e cene spettacolo (Esperia-Torino), fino alla country house con suite fra i rami di una quercia secolare, a sei metri di altezza (La Piantata-Arlena di Castro), o alla masseria-dance che puo’ contare su Scamarcio come dj (Mavu’-Locorotondo).

Barbara Lucianelli

Comments are closed.