Si studia tassa aggiuntiva per i redditi più alti a favore dei terremotati
15 Aprile 2009
L’Aquila: Prime lezioni di scuola sotto le tende
16 Aprile 2009
Mostra tutto

Gioielliere spara e ferisce un rapinatore

Un gioielliere , durante un tentativo di rapina nel suo negozio, ha reagito sparando e ferendo gravemente un rapinatore, forse di nazionalità romena. L'uomo colpito, raggiunto da 3/5 colpi, è in gravi condizioni. È accaduto nel centro di Cinisello Balsamo, Comune dell'hinterland milanese. Sul posto si sono recate numerose pattuglie di Carabinieri e Polizia e il pronto intervento del 118. Del caso si occupano i carabinieri del Gruppo di Monza che stanno sentendo l'uomo, in stato di choc per ricostruire la dinamica dei fatti.

Un gioielliere , durante un tentativo di rapina nel suo negozio, ha reagito sparando e ferendo gravemente un rapinatore, forse di nazionalità romena. L’uomo colpito, raggiunto da 3/5 colpi, è in gravi condizioni. È accaduto nel centro di Cinisello Balsamo, Comune dell’hinterland milanese. Sul posto si sono recate numerose pattuglie di Carabinieri e Polizia e il pronto intervento del 118. Del caso si occupano i carabinieri del Gruppo di Monza che stanno sentendo l’uomo, in stato di choc per ricostruire la dinamica dei fatti.

LA DINAMICA – Il negozio è la nota gioielleria «Radolli» all’angolo tra via Piave e via Garibaldi. A tentare la rapina sarebbero state tre persone, ma due dei banditi sono rimasti all’esterno. Il terzo è entrato nella gioielleria poco dopo le 9.30 con una pistola scacciacani, ha minacciato il negoziante e lo ha colpito con il calcio della pistola alla testa, ferendolo a un occhio. A quel punto il gioielliere, Remigio Radolli, ha estratto una pistola, da lui regolarmente detenuta, e ha fatto fuoco almeno tre volte. Gli altri due rapinatori si sarebbero immediatamente dileguati e sono ora ricercati. Il rapinatore, ferito in modo grave, si trova ricoverato all’ospedale di Niguarda. Il gioielliere, che ha ferite alla testa e all’occhio destro, è stato portato all’ospedale Bassini di Cinisello.

I COMMERCIANTI: «LO COMPRENDIAMO» – La gioielleria, aperta dal 1965, è molto conosciuta e il titolare è descritto dai vicini come persona affabile e disponibile. Al negozio sono subito accorsi la moglie e i due figli, oltre a numerosi vicini e amici. I negozianti di Cinisello si stringono attorno a Radolli: «Siamo solidali con lui e capiamo la sua reazione», dice Rosanna Radolli, presidente dell’associazione dei negozianti del centro. «Abbiamo scritto già tempo fa al Comune per chiedere più sicurezza. Le forze dell’ordine fanno quello che possono, ma noi abbiamo paura».

Barbara Lucianelli

Comments are closed.