Australian, crolla Nalbandian
21 Gennaio 2009
Fini e Schifani chiudono la porta a Villari
21 Gennaio 2009
Mostra tutto

Fini contestato alla Sapienza di Roma

«Vergogna, vergogna» e poi striscioni di condanna per «il massacro di Gaza». Così il presidente della Camera, Gianfranco Fini, è stato accolto all'Università di Roma "La Sapienza", proprio davanti al Rettorato, dove si sono radunati decine di studenti. Fini è arrivato alla Sapienza per inaugurare l'anno accademico del Master in Istituzione Europee e Storia Costituzionale. Un giovane gli ha urlato «fascista», ma è stato bloccato e identificato dagli agenti.

«Vergogna, vergogna» e poi striscioni di condanna per «il massacro di Gaza». Così il presidente della Camera, Gianfranco Fini, è stato accolto all’Università di Roma “La Sapienza”, proprio davanti al Rettorato, dove si sono radunati decine di studenti. Fini è arrivato alla Sapienza per inaugurare l’anno accademico del Master in Istituzione Europee e Storia Costituzionale. Un giovane gli ha urlato «fascista», ma è stato bloccato e identificato dagli agenti.

STRISCIONI – Prese di mira in particolare le due leggi che portano il nome dell’attuale presidente della Camera, quella sull’immigrazione e quella sulla droga. I giovani manifestanti cantavano in coro «Non abbiamo fiducia di voi» e hanno esposto sriscioni e cartelli contro il governo. «La sicurezza del potere: controllo e repressione»; «Frati e baroni, Fini e buffoni»; «Complici del massacro di Gaza». E un molto esplicito: «Fini tela». Tra i manifestanti e le forze dell’ordine anche un piccolo parapiglia quando i giovani hanno cercato di ‘conquistare’ le gradinate del rettorato dell’Università. Il rettorato, dove si svolge la presentazione, è stato completamente circondato da agenti in tenuta antisommossa per impedire che gli universitari potessero raggiungere l’aula magna.

Comments are closed.