Giro di vite per la sicurezza nei parchi
4 novembre 2007
Salute pubblica, Italia coordinatrice
5 novembre 2007
Mostra tutto

Fiamme ai cassonetti, intervengono i pompieri

CASTELLAMMARE DI STABIA. Decine di chiamate e due squadre di vigili del fuoco in giro a spegnere i roghi causati dai cumuli di spazzatura dati alle fiamme da cittadini esasperati. E’ accaduto la notte scorsa a Castellammare, nell’area di via Mazzini. Erano da poco passate le 2 quando alcuni ignoti hanno appiccato le fiamme ad una discarica a cielo aperto sorta a poche decine di metri dalla casa comunale. In via Mazzini si sono alzate lingue di fuoco alte circa 2 metri, che hanno lambito alcuni palazzi ed alcuni negozi della zona.

CASTELLAMMARE DI STABIA. Decine di chiamate e due squadre di vigili del fuoco in giro a spegnere i roghi causati dai cumuli di spazzatura dati alle fiamme da cittadini esasperati. E’ accaduto la notte scorsa a Castellammare, nell’area di via Mazzini. Erano da poco passate le 2 quando alcuni ignoti hanno appiccato le fiamme ad una discarica a cielo aperto sorta a poche decine di metri dalla casa comunale. In via Mazzini si sono alzate lingue di fuoco alte circa 2 metri, che hanno lambito alcuni palazzi ed alcuni negozi della zona.

Le fiamme hanno avvolto anche una Nissan Micra parcheggiata su un bordo della carreggiata. Dopo pochi minuti sul posto si sono recati i Vigili del Fuoco di Castellammare che, dopo un’ora circa di lavoro, sono riusciti a domare le fiamme. La discarica conteneva rifiuti di vario genere, tra cui anche vetro, recipienti e plastica. La notte scorsa intanto decine di cassonetti sono stati dati alle fiamme in varie zone dell’area stabiese e in molti casi i cittadini sono scesi in strada sostituendosi ai vigili del fuoco e provvedendo autonomamente a spegnere gli incendi. Resta così su livelli allarmistici l’emergenza rifiuti a Castellammare e dintorni. La popolazione è ormai esausta da una situazione che, in attesa della riapertura dei siti di stoccaggio, rischia di diventare ancora più grave. Intanto un altro grave episodio si è verificato sui binari della Circumvesuviana di via Nocera, dove è stato dato alle fiamme un vecchio materasso, scatenando il panico per quasi un’ora fra i residenti della zona. Nella trafficata strada, al centro della città delle acque, si trovava anche una macchina della polizia municipale che ha monitorato la situazione mentre gli stessi abitanti di un palazzo vicino alla linea ferroviaria spegnevano le fiamme alte quasi due metri. Per fortuna nessun convoglio era in transito e nessuno si è fatto male. L’incidente, che poteva trasformarsi in tragedia, riaccende però la polemica dei rifiuti abbandonati nelle prossimità dei binari. Sono gli stessi abitanti del quartiere ad alzare la voce chiedendo aiuti all’amministrazione comunale di palazzo Farnese (che in un’ordinanza comunale vieta assolutamente il deposito di sacchetti della spazzatura o di rifiuti ingombranti nei binari), come hanno fatto qualche mese fa anche gli ambientalisti della Pro Natura.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.