Marcello Fulvi: il questore di Roma diventa prefetto
25 Luglio 2008
Notte di furti a Pimonte
30 Luglio 2008
Mostra tutto

Ex agente dei Nocs uccide carabiniere

Un raptus, un momento di follia che sembra non avere nessuna spiegazione: ne' vecchi rancori, ne' litigi, anzi. Un omicidio senza un perche'. A morire, la scorsa notte a Velletri, vicino a Roma, un carabiniere di 62 anni, da qualche anno in pensione, ucciso sotto casa mentre rientrava da una cena con amici.

Un raptus, un momento di follia che sembra non avere nessuna spiegazione: ne’ vecchi rancori, ne’ litigi, anzi. Un omicidio senza un perche’. A morire, la scorsa notte a Velletri, vicino a Roma, un carabiniere di 62 anni, da qualche anno in pensione, ucciso sotto casa mentre rientrava da una cena con amici.

Il suo assassino e’ un ex poliziotto dei Nocs, vicino di casa. Un uomo dalla personalita’ controversa, con molti problemi psichici, diversi precedenti penali e un uso quotidiano di sostanze stupefacenti. La vita tranquilla, dopo 30 anni passati nell’arma dei carabinieri, di Sergio Giuseppe Martin, sposato e con un figlio di 16 anni, e’ finita la scorsa notte dopo le tre. Lo hanno trovato morto, con quattro coltellate al petto: una al cuore. Secondo una prima ricostruzione l’ex poliziotto aveva pessimi rapporti con tutto il vicinato del condominio di vie della Neve, tranne che con Martin, al quale aveva confessato di essere distrutto da quando la moglie lo aveva lasciato. Ma non solo. Martin, hanno raccontato alcuni vicini di casa, aveva con lui una grande pazienza e tentava di fargli capire che l’uso della droga lo avrebbe, prima o poi, distrutto. La vittima, la scorsa notte, stava rientrando a casa con la moglie e il figlio e, dopo aver lasciato la famiglia sotto casa, stava andando a parcheggiare l’auto in un garage vicino. In pochi attimi la tragedia. Le urla del carabiniere sono state sentite da alcuni condomini dello stabile nel quale abitava l’ex poliziotto ma, quando sono scesi in strada, hanno trovato soltanto il corpo senza vita di Martin. Immediate le ricerche della polizia, che tra i primi accertamenti e’ andata a controllare quell’abitazione con la luce accesa che si affaccia sulla strada dove e’ avvenuto l’omicidio. E sono scattati i primi sospetti: l’abitazione e’ dell’ex poliziotto, ma di lui nessuna traccia. Le ricerche della polizia del commissariato di Velletri, alla quale si era nel frattempo aggiunta la squadra mobile di Roma, sono terminate in un bosco non lontano dalle villette di via della Neve. L’ex poliziotto, con i vestiti ancora sporchi di sangue, sotto l’effetto di una sostanza stupefacente, e’ stato trovato nascosto in un fossato circondato da rovi. Non ha detto nulla, lo sguardo perso nel vuoto. E non si e’ opposto all’arresto, effettuato dai suoi ex colleghi.

Susy Miraglia

Comments are closed.