Più viaggi, ma anche più brevi
19 febbraio 2008
Evasione ai domiciliari, in manette Luigi Cannavale
21 febbraio 2008
Mostra tutto

Evasione ai domiciliari, in manette Luigi Cannavale

CASTELLAMMARE DI STABIA. Sarà stata l’esigenza di prendere una boccata d’aria. Oppure soltanto la volontà d’incontrarsi con degli amici per discutere di qualcosa d’importante. Fatto sta che per Luigi Cannavale, pregiudicato 30enne stabiese per reati inerenti lo spaccio di droga, sono scattate le manette per evasione dagli arresti domiciliari. Ad effettuare l’arresto, ieri pomeriggio, sono stati i carabinieri del nucleo operativo stabiese guidati dal capitano Carmelo Rustico. Erano da poco passate le 16 quando una pattuglia che stava svolgendo una normale attività di controllo, ha sorpreso Cannavale mentre nei pressi di un bar del centro antico parlava con un pregiudicato di Gragnano. Il tutto, contravvenendo agli ordini impostigli dai giudici. I carabinieri così, una volta riconosciuto il pregiudicato, lo hanno immediatamente avvicinato. Cannavale non ha accennato alcun tentativo di fuga. E’ rimasto forse un po’ sorpreso dall’inaspettata visita dei carabinieri, ma si è lasciato prendere senza batter ciglio. I militari hanno così portato il 30enne nella locale compagnìa di corso Alcide De Gasperi per gli accertamenti di rito. Da qui, poi, Cannavale è stato trasportato nel carcere napoletano di Poggioreale dove si trova tuttora in attesa di essere interrogato dai giudici di turno. Sul suo capo pende l’accusa di evasione dai domiciliari. Reato che, secondo la legge, equivale ad una vera e propria evasione dal carcere.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.