Parco San Gennaro alla Sanità: il 2 maggio iniziativa “Un calcio al razzismo”
29 Aprile 2009
A Ravello il coraggio raccontato in 100 foto
29 Aprile 2009
Mostra tutto

Elezioni comunali, si scelgono i candidati

GRAGNANO – Partiti alla stretta finale per la designazione dei candidati sindaci. E ieri mattina le civiche Gragnano 2000, Sviluppo e Democrazia e Gruppo Democratico Cristiano hanno ufficializzato la candidatura di Michele Mascolo, assessore ai Lavori Pubblici uscente dell’ultima giunta Serrapica.

GRAGNANO – Partiti alla stretta finale per la designazione dei candidati sindaci. E ieri mattina le civiche Gragnano 2000, Sviluppo e Democrazia e Gruppo Democratico Cristiano hanno ufficializzato la candidatura di Michele Mascolo, assessore ai Lavori Pubblici uscente dell’ultima giunta Serrapica.

Continua a frammentarsi dunque il quadro politico cittadino, alla vigilia di una campagna elettorale che si preannuncia ricca di colpi di scena e aperta a qualsiasi risultato. Con Mascolo si è schierata la maggior parte degli assessori e consiglieri uscenti. Anche Michele Serrapica ha manifestato l’intenzione di sostenere il suo ex assessore, pur ribadendo la volontà di non candidarsi nemmeno a consigliere comunale. l desiderio – afferma Mascolo – è lavorare insieme a tutto il centrodestra per la nostra città. I ritardi decisionali nella scelta di chi debba guidare la coalizione per la prossima tornata elettorale ci ha indotto a prendere posizioni affinchè si apra un dibattito politico nella città e negli elettori. I nostri ideali sono radicati e confermati dalla partecipazione alla guida amministrativa della città dal 2000 ad oggi, storia ben nota agli elettori gragnanesi: è tutta all’interno del centrodestra”. Intanto continuano le riunioni e i vertici nel centrodestra. A tal proposito sembra farsi sempre più strada l’ipotesi della candidatura di Franco Zagaroli. L’ex presidente democristiano della Provincia al momento è sostenuto da due civiche vicine al centrodestra e attende il via libera dal tavolo provinciale del Pdl, che in queste ore sta valutando tuttavia anche l’ipotesi Annarita Patriarca. “Sia per le Comunali di Gragnano che per le Provinciali – affermano i leader gragnanesi del partito – occorre individuare due nomi capaci di aggregare le forze della coalizione e altri movimenti civici vicini al centrodestra. Nelle prossime ore lavoreremo per sciogliere tutte le perplessità e i dubbi che rischiano di consegnare la città al centrosinistra”. Il centrodestra rischia così di spaccarsi ulteriormente, visto che al momento non c’è ancora alcun accordo tra il Pdl (diviso tra i sostenitori di Zagaroli e della Patriarca) e l’Mpa che, proprio lunedì scorso, ha lanciato invece la candidatura dell’onorevole Antonio Milo. Per quanto riguarda invece gli altri schieramenti, ha già iniziato la campagna elettorale il Partito Democratico, guidato da Michele Inserra. In via di definizione anche le candidature a sindaco di Carmine D’Antuono (ex assessore della giunta Serrapica), sostenuto da Nuovo Psi, Idv e altri movimenti centristi, e di Alfonso Irollo, a capo della civica Gragnano Democratica. Per quanto riguarda invece le Provinciali, la novità del collegio Gragnano – Vico Equense riguarda la candidatura di Biagio Galizia nelle fila di Sinistra e Libertà. Tutto ancora in ballo invece nel Pdl, chiamato a scegliere tra Tommaso Iozzino, Giuseppe Guida e Giuliano D’Auria. Sono già state definite infine le candidature di Elio Coppola (Pd), Antonio Irlando (lista di Nicolais), Giovanni Caso (Idv), Antonio Durazzo (Mpa) e Bartolomeo Chierchia (Udeur). L’Udc potrebbe infine puntare sul vicano Giuseppe Scaramellino, mentre Italiani nel Mondo opterebbe per Paolo Avitabile, assessore all’Ambiente della giunta di Agerola.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.