“Neapolitan Beauty”: Percorsi tra forme e colori
10 Gennaio 2009
Bari: crolla una palazzina, tre morti e quattro feriti
11 Gennaio 2009
Mostra tutto

E’ Grimaldi il nuovo presidente della Comunità Montana

PIMONTE. Trovato l’accordo per la nuova giunta della comunità montana dell’area amalfitana e dei lattari. Il nuovo presidente è Salvatore Grimaldi, espressione del comune di Sant’Egidio Montalbino. Grimaldi sarà affiancato dagli assessori Francesco Cuomo (Casola, Italia dei Valori) e Francesco Raia (Pimonte, Pdl). Vince così la linea della tutela del territorio dei Monti Lattari: una battaglia condotta dal sindaco di Pimonte, Giuseppe Dattilo, e sostenuta dal presidente della commissione Urbanistica della Regione Campania, Pasquale Sommese.

PIMONTE. Trovato l’accordo per la nuova giunta della comunità montana dell’area amalfitana e dei lattari. Il nuovo presidente è Salvatore Grimaldi, espressione del comune di Sant’Egidio Montalbino. Grimaldi sarà affiancato dagli assessori Francesco Cuomo (Casola, Italia dei Valori) e Francesco Raia (Pimonte, Pdl). Vince così la linea della tutela del territorio dei Monti Lattari: una battaglia condotta dal sindaco di Pimonte, Giuseppe Dattilo, e sostenuta dal presidente della commissione Urbanistica della Regione Campania, Pasquale Sommese.

“La vicenda della Comunità montana – commenta Dattilo – si è conclusa con una decisione dettata dal buon senso, che difende gli interessi di questo pezzo di territorio ad alta vocazione agricola e montana. Una decisione ottenuta nonostante le insistenze dei comuni dell’area amalfitana, che avrebbero voluto esprimere oltre al presidente anche un componente della giunta”. Non mancano però le polemiche, dettate dai diversi colori politici dei componenti della giunta. Il presidente Grimaldi infatti è espressione del Pd, mentre i suoi assessori sono rispettivamente del Pdl e dell’Italia dei Valori. “Si tratta dell’ennesimo inciucio politico – afferma Antonio Durazzo, esponente dell’Mpa dei Lattari -, dettato dalla solita sete di poltrone che penalizza ancora una volta i cittadini. Due sono le considerazioni che mi lasciano perplessi: la prima la vicenda dell’Idv, che prima minaccia di lasciare tutte le giunte campane e poi si siede accanto ad esponenti di Pd e Pdl. Inoltre particolarmente anomala è la questione di Pimonte, dove il sindaco del Pd Giuseppe Dattilo nomina come suo delegato un rappresentante del Pdl, vale a dire Francesco Raia”. Va giù ancora più duro Vincenzo Sorrentino, coordinatore dei Verdi area Lattari. “E’ un’altra macedonia politica – afferma -, che non lascia presagire nulla di buono per il futuro di questo comprensorio. Per quanto ci riguarda, saremo le sentinelle della nuova giunta e controlleremo delibera per delibera tutti gli atti redatti dall’esecutivo”.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.