Aviaria, in aumento casi mortali
4 Gennaio 2008
Inquinamento, nuove centraline a Napoli
7 Gennaio 2008
Mostra tutto

Clima, di effetto serra si muore

Di effetto serra si muore, ma per la prima volta e' stata isolata la diretta responsabilita' di uno dei principali killer del clima, l'anidride carbonica (Co2). Il riscaldamento globale sta gia' facendo 150 mila morti l'anno, in termini di aumento della diffusione dei virus tropicali, dei disastri naturali e delle malattie respiratorie legate all' inquinamento, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanita'.

Di effetto serra si muore, ma per la prima volta e’ stata isolata la diretta responsabilita’ di uno dei principali killer del clima, l’anidride carbonica (Co2). Il riscaldamento globale sta gia’ facendo 150 mila morti l’anno, in termini di aumento della diffusione dei virus tropicali, dei disastri naturali e delle malattie respiratorie legate all’ inquinamento, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanita’.

Ma ora per la prima volta un ricercatore americano e’ riuscito ad isolare l’ultimo di questi contributi, e a definire di quante morti e’ responsabile la sola anidride carbonica: secondo il suo studio, pubblicato dalla rivista Geophisycal Research Letters, questo gas uccide direttamente ventimila persone l’anno in tutto il mondo per ogni grado in piu’ di temperatura che provoca. “Quella che ho trovato non e’ solo una correlazione, ma un vero e proprio rapporto di causa-effetto – spiega Mark Jacobson dell’universita’ di Stanford – questo studio e’ il primo che ha dimostrato quantitativamente che i cambiamenti chimici e meteorologici dovuti alla sola CO2 sono sufficienti ad aumentare la mortalita”’. Jacobson ha utilizzato un modello matematico che sta studiando da 18 anni, che e’ considerato il piu’ complesso mai sviluppato, e che incorpora tutti i processi che avvengono in atmosfera all’aumentare dei gas serra, per verificare l’ andamento della quantita’ di ozono e particolato nell’atmosfera. Il risultato e’ stato che per ogni grado in piu’ di temperatura atmosferica dovuto all’aumento di CO2 solo questi due fattori causano mille morti ogni anno negli Usa e circa 20mila nel mondo.3 “L’ozono e’ un gas altamente corrosivo – spiega Jacobson – corrode persino le statue e la gomma. Pensate a cosa puo’ fare ai polmoni. Allo stesso modo il particolato e’ responsabile di asma e e problemi cardiovascolari”. Secondo il ricercatore il problema e’ particolarmente grave nelle aree urbane, dove l’inquinamento non riesce a disperdersi: “L’aumento della CO2 anche negli strati piu’ alti dell’ atmosfera – spiega – causa un cambiamento nella distribuzione delle temperature che contribuisce a formare delle cappe sulle citta”’. Secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanita’, il tasso di crescita della mortalita’ dovuta ai cambiamenti climatici e’ del 3% l’anno. Questo dato tiene conto di tutti i fattori coinvolti, dalle carestie alle epidemie alle malattie infettive. Secondo lo scenario peggiore delineato dagli esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, nel nostro paese l’aumento della temperatura entro fine secolo potrebbe arrivare a quattro gradi.

 Susy Miraglia

Comments are closed.