Diritti animali, premiata la scuola Cortese
13 Maggio 2008
A Torino un caso di bullismo razzista
15 Maggio 2008
Mostra tutto

Cefalea da ufficio, la prevenzione

Stare seduti alla scrivania per troppe ore puo' favorire l'insorgere del mal di testa, ma se si fa della ginnastica cervicale i disturbi possono diminuire del 40% e si dimezza la quantita' degli analgesici assunti. Lo rivela uno studio condotto tra i dipendenti del Comune di Torino, i cui risultati sono stati pubblicati sull'ultimo numero di 'Cephalalgia', la rivista scientifica sulle cefalee.

Stare seduti alla scrivania per troppe ore puo’ favorire l’insorgere del mal di testa, ma se si fa della ginnastica cervicale i disturbi possono diminuire del 40% e si dimezza la quantita’ degli analgesici assunti. Lo rivela uno studio condotto tra i dipendenti del Comune di Torino, i cui risultati sono stati pubblicati sull’ultimo numero di ‘Cephalalgia’, la rivista scientifica sulle cefalee.

I ricercatori della sezione cefalea e dolore facciale del Dipartimento di fisiopatologia clinica universitaria dell’ospedale Molinette di Torino, diretta da Franco Mongini, hanno messo a confronto 169 dipendenti dell’anagrafe e di altri uffici comunali che hanno effettuato gli esercizi per otto mesi con 175 colleghi che non hanno seguito alcun protocollo. Tutti hanno accettato di compilare quotidianamente un diario su cui riportavano i propri malesseri. In tutt’e due i gruppi all’inizio dell’esperimento gli impiegati lamentavano in media sei giorni di mal di testa al mese e sette giorni e mezzo di dolore a collo e spalle e due giorni ogni trenta erano costretti ad assumere farmaci. Al termine dello studio, nel gruppo che ha eseguito l’attivita’ di rilassamento dei muscoli si e’ registrata una diminuzione del 41% della cefalea e del 43% del dolore a collo e spalle. Tra gli altri colleghi, invece, la riduzione della cefalea e’ stata irrilevante (0,02%) e minima per il dolore cervicale (appena il 5%). Per quanto riguarda i farmaci, il gruppo attivo li ha ridotti del 51% mentre quello di controllo solo del 15%. Gli esercizi posturali sul posto di lavoro sono stati eseguiti ogni due o tre ore. Per ricordarsi di evitare una contrazione eccessiva del muscoli della testa e del collo, gli impiegati hanno applicato un’etichetta rossa su scrivania, computer, fotocopiatrici e archivi. I soggetti coinvolti nel test ogni giorno hanno eseguito a casa un quarto d’ora di esercizi di rilassamento. “La cefalea e il dolore cervicale e alle spalle rappresentano una grande sfida per il clinico e uno dei problemi di salute piu’ diffusi”, commenta Mongini. “Il nostro studio – prosegue – dimostra chiaramente che interventi sul luogo di lavoro possono ridurre questi disturbi”. La ricerca, che ha coinvolto per l’80% donne con un’eta’ media di 46 anni, e’ stata finanziata dalla Compagnia di San Paolo e dalla Regione Piemonte.

Barbara Lucianelli

Comments are closed.