50 anni di Lego
28 Gennaio 2008
Alimentari, etichette più chiare
30 Gennaio 2008
Mostra tutto

Cacciatore ferito a colpi d’arma da fuoco

PIMONTE. Battuta di caccia rischia di trasformarsi in tragedia. E’ accaduto ieri mattina a Pimonte, tra i suggestivi sentieri del monte Pendolo. Un 32enne del luogo, N.F., è stato colpito accidentalmente da due fucilate esplose da un soggetto ancora in fase di identificazione.

PIMONTE. Battuta di caccia rischia di trasformarsi in tragedia. E’ accaduto ieri mattina a Pimonte, tra i suggestivi sentieri del monte Pendolo. Un 32enne del luogo, N.F., è stato colpito accidentalmente da due fucilate esplose da un soggetto ancora in fase di identificazione.

L’uomo è stato trasportato dal suo compagno al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare, dove i sanitari lo hanno ricoverato per estrargli i due pallini che lo avevano colpito ad una spalla e al braccio. Il 32enne è stato giudicato fuori pericolo di vita e, secondo i medici, se la caverà in 30 giorni. Sul caso intanto indagano i poliziotti del commissariato di Castellammare, agli ordini del primo dirigente Luigi Petrillo e del vicequestore Stefania Grasso. Tutto è accaduto ieri mattina. Sembra una normale giornata di caccia. Poi, all’improvviso, la tragedia per fortuna solo sfiorata. All’improvviso N.F. viene si accascia al suolo. E’ stato colpito da due pallottole esplose da un fucile. Né la vittima né tantomeno il suo compagno si accorgono di chi potesse essere il colpevole. In quei momenti concitati l’unico pensiero è quello di correre in ospedale per salvare la vita al 32enne. Agli agenti del drappello di polizia che lo hanno interrogato l’uomo ha raccontato di essere stato colpito improvvisamente dai due pallini, ma di non avere idea di chi possa essere il responsabile. Sono così partite le indagini da parte delle forze dell’ordine, che stanno adesso cercando di far piena luce sull’accaduto. In particolare, gli agenti di polizia vogliono ricostruire per filo e per segno quanto è accaduto nel corso di quella che doveva essere una normale battuta di caccia, ma che per un niente non si è trasformata in tragedia.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.