Le regole per una mozzarella doc
24 Settembre 2008
Fiabe e racconti come percorso educativo
25 Settembre 2008
Mostra tutto

Blitz antidroga, arrestato spacciatore

SANT’ANTONIO ABATE. Nuovo blitz antidroga delle forze dell’ordine, in manette spacciatore abatese. I carabinieri della locale stazione, agli ordini del maresciallo Angelo Arienzo, hanno tratto in arresto Vincenzo Mandara, 33 anni, del luogo e volto già noto alle forze dell’ordine. Nel corso della perquisizione domiciliare i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato, abilmente occultata in un mobile del giardino, una pianta di cannabis indica con altezza di tre metri e per un peso complessivo di 5 chilogrammi.

SANT’ANTONIO ABATE. Nuovo blitz antidroga delle forze dell’ordine, in manette spacciatore abatese. I carabinieri della locale stazione, agli ordini del maresciallo Angelo Arienzo, hanno tratto in arresto Vincenzo Mandara, 33 anni, del luogo e volto già noto alle forze dell’ordine. Nel corso della perquisizione domiciliare i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato, abilmente occultata in un mobile del giardino, una pianta di cannabis indica con altezza di tre metri e per un peso complessivo di 5 chilogrammi.

Inoltre, i militari hanno rinvenuto e posto sotto sequestro 80 grammi di marijuana e 10 grammi di hashish. Mandara è stato portato nella locale caserma per gli accertamenti di rito. Da qui, è stato poi portato in cella di sicurezza, in attesa di essere processato con rito direttissimo. Sul suo capo pende l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Prosegue così senza sosta l’attività di controllo delle forze dell’ordine, impegnate a sgominare il mercato della droga nell’area stabiese. Il clima caldo e il terreno fertile, e comunque reso umido dalle ultime precipitazioni, favoriscono la crescita delle piante che, in questo periodo, sono già alte e rigogliose. L’inchiesta potrebbe allargarsi anche ai comuni della penisola sorrentina, dove i D’Alessandro avrebbero assunto degli spacciatori nei locali inn della costiera. Uomini, ma anche donne, accomunati da un unico fattore: tutti incensurati e, quindi, insospettabili. Le indagini dei carabinieri hanno portato già a diversi arresti e denunce (l’ultima appena pochi giorni fa a Gragnano, quando nel mirino delle forze dell’ordine finì un insospettabile 49enne reo di aver messo su una coltivazione di canapa indiana nel proprio orticello). Ma l’attività investigativa potrebbe portare a nuovi e clamorosi sviluppi nei prossimi giorni.

FRANCESCO FUSCO

Comments are closed.