Risoluzione Onu, no di Hamas e Israele
9 Gennaio 2009
Emergenza rifiuti: ripulita la scogliera di via Caracciolo
9 Gennaio 2009
Mostra tutto

Alitalia, Air France prende tempo

L'Air France non intende anticipare alcuna decisione riguardo all'offerta per una quota del capitale della Nuova Alitalia fino alla riunione del consiglio di amministrazione della Cai previsto per lunedì prossimo 12 gennaio. Secondo quanto si apprende «non dovrebbe essere previsto per oggi (venerdì) un comunicato stampa». Nel frattempo, il consiglio di amministrazione della compagnia franco-olandese si è riunito per finalizzare l'accordo con la compagnia italiana.

L’Air France non intende anticipare alcuna decisione riguardo all’offerta per una quota del capitale della Nuova Alitalia fino alla riunione del consiglio di amministrazione della Cai previsto per lunedì prossimo 12 gennaio. Secondo quanto si apprende «non dovrebbe essere previsto per oggi (venerdì) un comunicato stampa». Nel frattempo, il consiglio di amministrazione della compagnia franco-olandese si è riunito per finalizzare l’accordo con la compagnia italiana.
I TEDESCHI – Intanto, però, la Lufthansa ha confermato che proseguono i colloqui con la nuova Alitalia per un possibile ingresso nel suo capitale. Una portavoce della compagnia aerea tedesca ha ribadito la posizione dei propri vertici: «I colloqui continuano e riteniamo che il mercato italiano sia molto importante». In precedenza, la società aveva confermato di non aver mai presentato un’offerta, sottolineando però che questo «non significa che non faremo un’offerta in futuro».

BOSSI-BERLUSCONI – La scelta del partner straniero per la Nuova Alitalia (Air France o Lufthansa) nei giorni scorsi ha provocato tensioni tra il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e il ministro delle Riforme, Umberto Bossi. Il premier aveva infatti benedetto le nozze Alitalia-Air France, affermando che non c’erano «controindicazioni». Dichiarazioni che avevano provocato l’ira di Bossi. «Il discorso è ancora aperto. È una stupidaggine fare l’accordo con i francesi che chiudono Malpensa e portano i turisti a Parigi» aveva dichiarato il leader della Lega. Dopo il vertice di giovedì a Palazzo Grazioli, il Senatùr ha affermato di aver ottenuto le necessarie rassicurazioni sullo scalo lombardo, rilanciando la carta tedesca. Ma il premier sembra invece intenzionato invece a procedere verso l’accordo con Air France.

Comments are closed.