Moreno Delsignore e 7Grani nel singolo “Neve diventeremo”
23 Gennaio 2023
Il Risorgimento come attualità: un nuovo museo a Brescia
23 Gennaio 2023
Mostra tutto

Energia, Ue avvia consultazione su riforma mercato elettricità

Per disaccoppiare prezzo dell’energia elettrica da quello del gas

Bruxelles, 23 gen. (askanews) – La Commissione europea ha lanciato oggi una consultazione pubblica sulla riforma dell’assetto del mercato dell’elettricità dell’Ue, volta a “proteggere meglio i consumatori dall’eccessiva volatilità dei prezzi, sostenere il loro accesso a un’energia sicura da fonti pulite e rendere il mercato stesso più resiliente”, si legge in una nota dell’Esecutivo comunitario. La questione chiave che la riforma dovrà risolvere è quella del “disaccoppiamento” fra il prezzo dell’energia elettrica e quello del gas.

“L’attuale sistema – ricorda la Commissione, che ha a lungo cercato di evitare questa modifica strutturale del meccanismo marginale di formazione del prezzo dell’elettrcità, nonostante la richiesta da diversi Stati membri in questo senso – ha fornito per molti anni un mercato efficiente e ben integrato, consentendo all’Ue di raccogliere i vantaggi economici di un mercato unico dell’energia, garantendo la sicurezza dell’approvvigionamento e stimolando il processo di decarbonizzazione”.

“Tuttavia – riconosce l’Esecutivo comunitario -, il sistema ha anche mostrato alcune carenze. Nell’attuale crisi dei prezzi dell’elettricità elevati e volatili, l’onere economico è stato scaricato sui consumatori finali. È pertanto necessaria una riforma per proteggere meglio le famiglie e le imprese dai prezzi elevati dell’energia, per aumentare la resilienza e accelerare la transizione prevista dal Green Deal europeo e dal piano ‘REPowerEU'”.

La Commissione sottolinea che “è fondamentale che tutti gli europei, dai grandi consumatori industriali alle Pmi e alle famiglie, traggano vantaggio dalla crescita delle energie rinnovabili e dai loro bassi costi operativi”.

“Garantire l’accesso diretto a un’energia pulita a prezzi accessibili per tutti i consumatori richiederà strumenti di mercato per ottenere prezzi più stabili e contratti basati sui costi effettivi della produzione di energia”, rileva ancora la nota. La consultazione avviata oggi sarà presa in conto nel lavoro della Commissione per una proposta legislativa di riforma annunciata per il primo trimestre di quest’anno.

La consultazione durerà fino alla mezzanotte del 13 febbraio e si concentrerà su quattro aree principali: “Rendere le bollette dell’elettricità meno dipendenti dai prezzi dei combustibili fossili a breve termine e promuovere la diffusione delle energie rinnovabili; migliorare il funzionamento del mercato per garantire la sicurezza dell’approvvigionamento e utilizzare appieno le alternative al gas, come lo stoccaggio e la gestione della domanda; rafforzare la tutela e la capacità di agire (‘empowerement’, ndr) dei consumatori; migliorare la trasparenza, la sorveglianza e l’integrità del mercato”.

Il Consiglio europeo ha invitato la Commissione a lavorare rapidamente alla riforma strutturale del mercato dell’elettricità, con il duplice obiettivo di garantire la sovranità energetica europea e raggiungere la neutralità climatica. La prevista riforma dell’assetto del mercato dell’elettricità è stata annunciata lo scorso anno dalla presidente von der Leyen nel suo discorso annuale sullo stato dell’Unione ed è inclusa nel programma di lavoro 2023 della Commissione.

Un primo schema di massima per un migliore assetto del mercato dell’elettricità è stato presentato ai ministri dei Ventisette dalla commissaria europea competente, Kadri Simson al Consiglio Energia del 19 dicembre scorso.

continua a leggere sul sito di riferimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *