Riscoprire Dante per guardarci dentro
15 Marzo 2021
Il Canale di Suez tra storia ed emergenza
28 Marzo 2021
Mostra tutto

De Luca: “vaccinare i ragazzi per riaprire le scuole, si approvi velocemente il siero Sputnik”

NAPOLI – Il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha rilasciato, attraverso una diretta sui propri profili istituzionali, i consueti dati Covid settimanali, facendo il punto sulla campagna vaccinale in atto, sul contratto firmato per il vaccino Sputnik e sul tema passaporto vaccinale.

CAMPAGNA VACCINALE

Abbiamo ripreso le vaccinazioni dopo la vicenda Astrazeneca. Sento parlare di numeri e speculazioni anche se non è sicuro siano rispettate. Davanti all’Italia abbiamo bisogno di 90 milioni di dosi di cui siamo in forte ritardo. Dobbiamo pensare solo a questo numero. Questa settimana gli esponenti del Governo hanno iniziato polemiche con le Regioni. Ho sentito molte voci generali di critica senza un indirizzo preciso. Ciascuna Regione ha le proprie necessità e non possono essere trattate tutto allo stesso modo. L’unico vero compito nazionale era un sistema di produzione dei vaccini.

Il Governo ha provveduto con il commissariato alla distribuzione dei vaccini. Possiamo parlare di un mercato nero dei vaccini di cui la Campania è stata fortemente penalizzata. La certezza delle forniture era una responsabilità dello Stato italiano. I risultati che produce la Campania sulle vaccinazioni sono di eccellenza doppia visto che abbiamo 15.000 dipendenti in meno rispetto le altre regioni in relazione alla popolazione.

Finalmente si è deciso di eliminare il criterio delle categorie per le vaccinazioni e procedere per fasce d’età. Tale confusione è stata determinata dal Governo Nazionale e non dalle Regioni. Purché arrivino i vaccini, potremo massimizzare i risultati. Siamo ad un ottimo livello per la vaccinazione degli over 80, abbiamo completato il mondo della scuole e il personale sanitario, siamo a buon punto anche per le persone fragili. Vogliamo vaccinare anche i ragazzi per riaprire le scuole in condizioni di sicurezza. Pensiamo di procedere per fasce d’età e comparti economici. Vogliamo completare l’intera campagna entro il prossimo autunno, ovvero effettuare 60.000 vaccini al giorno.

SUL GOVERNO E SULL’INFORMAZIONE

Attendiamo una piattaforma informatica degna di questo nome. E’ uno scempio amministrativo. Si scarica la colpa sulle Regioni. La Campania è tranquilla e ha la coscienza pulita. Per non parlare dell’ambito della comunicazione. Due o tre giorni fa ho sentito che il Presidente della Campania si è fatto un’operazione chirurgica in una clinica privata presso Peschiera del Garda.

In Campania abbiamo delle eccellenze. E’ un’assurdità inaudita. Notizie assolutamente false. Stiamo combattendo con i portaseccia. In questo Paese nessuno risponde per le proprie azioni e per questo caos informativo. Per combattere le notizie false, noi della Regione Campania abbiamo deciso di dare ogni giorno i dati effettivi sulla campagna vaccinale.

VACCINO SPUTNIK

E’ un vaccino aggiuntivo ai sieri europei che abbiamo prenotato per completare più velocemente la campagna vaccinale. Il contratto prevede che il vaccino sarà utilizzata solamente dopo l’approvazione delle autorità apposite (AIFA). Tale scelta può essere un esperimento al servizio dell’Italia investendo le risorse della regione. Oltre la copertura dei nostri concittadini, adotteremo una linea di solidarietà nazionale cedendo i restanti vaccini a tutti i cittadini italiani. Questo siero è stato utilizzato in 60 Paesi del mondo. Sollecitiamo il Governo e l’AIFA a muoversi

ORDINANZE

Abbiamo autorizzato nei mercati la vendita di prodotti agroalimentari. Questo è stato possibile grazie alla riduzione dei contagi giornalieri. E’ importante che i proprietari stiano attenti agli assembramenti e al rispetto delle normative anti Covid.

CONCLUSIONI

Dobbiamo creare un clima di mobilitazione generale. Siamo in guerra. E’ una sfida che dobbiamo vincere per le nostre famiglie e tornare alla vita. Cerchiamo di essere responsabili nel periodo di Pasqua, altrimenti dovremo chiudere tutto.

Bruno Aiello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *