Quirinale, il coltivatore diretto a Mattarella: “Rimanga presidè!”
11 Giugno 2021
Myanmar, la giunta accusa Aung San Suu Kyi di corruzione: rischia 15 anni
11 Giugno 2021
Mostra tutto

A Roma arrivano i ‘Vini Selvaggi’: la fiera per bere naturale e sostenibile

a-roma-arrivano-i-‘vini-selvaggi’:-la-fiera-per-bere-naturale-e-sostenibile

ROMA – Vini Selvaggi è una fiera di vini naturali che si svolgerà alla Città dell’altra economia, a Roma, dal 26 al 28 giugno 2021. È aperta a tutti gli appassionati del buon vino. Sarà possibile degustare più di 400 etichette conversando con i più importanti vignaioli del vino naturale provenienti dall’Italia, dalla Spagna, dalla Francia, dalla Slovenia e dalla Repubblica Ceca. Per partecipare alla degustazione è necessario il pass, che costa 20 euro e può essere comprato online su www.viniselvaggi.com, oppure il giorno dell’evento con una maggiorazione al costo di 30 euro.

“Vini selvaggi- spiega una nota degli organizzatori- vuole promuovere la conoscenza di un nuovo modo di bere, responsabile e autentico, basato sull’impegno dei piccoli produttori vitivinicoli il cui comune denominatore è la vinificazione naturale e l’attenzione per un’agricoltura sostenibile. La vinificazione naturale non fa ricorso a manipolazioni, all’aggiunta di additivi e a nessuna di quelle tecniche usate nell’enologia convenzionale. Le uve sono raccolte a mano e provengono da vigneti sani, secondo i principi dell’agricoltura biologica e biodinamica”.

Vini Selvaggi si svolgerà negli antichi spazi restaurati del Campo Boario di Testaccio, a Roma, ed è organizzata da Solovino Enoteca Naturale – la bottega del vino naturale e store online di Lorenzo Macinanti e Giulia Arimattei – e il romano Francesco Testa, che produce vino in Galizia con la sua cantina Pequena Adega Romana.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo A Roma arrivano i ‘Vini Selvaggi’: la fiera per bere naturale e sostenibile proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *